Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Micheal McGivney Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Micheal McGivney Fondatore dei Cavalieri di Colombo

.

Waterbury, Stati Uniti, 12 Agosto 1852 – Thomaston, Stati Uniti, 14 agosto 1890


Padre McGivney nacque in Waterbury il 12 Agosto 1852.
I suoi genitori, Patrick e Mary (Lynch) McGivney, arrivarono con la grande ondata di immigrazione Irlandese del 19° secolo. Patrick McGivney divenne fonditore nei caldi e nocivi fumi della fonderia di ottone a Waterbury. Mary McGivney, ebbe 13 bambini, sei dei quali morirono durante l’infanzia, cosi che il primo figlio Michael con le quattro sorelle e i due fratelli conobbe presto la tristezza e la dura morsa della povertà. Ma imparò anche il potere dell’amore e della fede e la forza della famiglia.
Frequentò le piccole scuole nel distretto di operai di Waterbury. Dopo la guerra civile egli lasciò la scuola all’età di 13 anni per cominciare a lavorare. Il suo lavoro nel dipartimento per la produzione di cucchiai della fabbrica di ottone, gli permise di guadagnare i pochi dollari necessari per la sopravvivenza della famiglia.
Quando Michael raggiunse l’età di sedici anni nel 1868, egli lasciò la fabbrica. Seguendo la propria vocazione viaggiò in Quebec, nel Canada, dove si iscrisse al Collegio di St. Hyacinthe gestito da francesi.
Seguirono due anni accademici al Seminario della Nostra Signora degli Angeli, nei pressi dell’Università del Niagara (New York).
Quindi il giovane McGivney si spostò vicino a Montreal per partecipare agli studi del seminario gesuita di Santa Maria.
Si trovava li quando suo padre morì nel giugno 1873.

Attività Pastorale
Alla richiesta del Vescovo di Hartford egli entrò nel Seminario di St.Mary in Baltimora (Maryland). Il 22 dicembre del 1877 fu ordinato nella storica Cattedrale dell’Assunzione di Baltimora dall’Arcivescovo (futuro Cardinale) James Gibbons. Pochi giorni dopo, alla presenza della Madre vedova, egli celebrò la sua prima messa alla Chiesa dell’Immacolata Concezione di Waterbury.
Padre McGivney cominciò la sua missione pastorale nel giorno di natale del 1877 come curato alla chiesa di St. Mary in New Haven. Era la prima parrocchia della città. Una nuova chiesa in pietra era stata costruita, al posto della vecchia che era bruciata, in una delle più prestigiose strade residenziali di New Haven, l’Hillhouse Avenue. Contro questa edificazione vi fu una reazione del quartiere che fu addirittura riportata dal New York Times nel 1879 sotto il titolo "Come una strada Aristocratica possa essere macchiata da una Chiesa Romana". Così il ministero pastorale di Padre McGivney a New Haven cominciò con delle tensioni e con la difesa delle famiglie Irlandesi appartenenti alla classe operaia da lui servite.
Padre McGivney fu vicino ai giovani della Parrocchia di St. Mary, insegnando catechismo e organizzando una società di totale astinenza per combattere l’alcolismo. Nel 1881 cominciò ad esplorare con alcuni laici l’idea di una società Cattolica Fraternalistica in un’epoca in cui i circoli parrocchiali e tali società stavano avendo un grande consenso popolare, il giovane Prete sentì che ci doveva essere una via per rafforzare la fede religiosa e allo stesso tempo provvedere ai bisogni finanziari delle famiglie sopraffatte dalle malattie o dalla morte di qui doveva pensare alle loro necessità.

Il Fondatore
Le persone che conobbero Padre McGivney in questo periodo, rimasero colpite dalla sua energia e intensità.
William Geary, uno dei primi membri dell’Ordine disse: "al primo incontro del Council del 1882 egli fu acclamato come fondatore da 24 uomini con i cuori pieni di gioia e di ringraziamento, riconoscendo che, senza il suo ottimismo, la sua volontà di successo, i suoi consigli e i suoi suggerimenti loro avrebbero fallito".
Padre McGivney aveva suggerito "Figli di Colombo" come nome dell’Ordine, in quanto ciò avrebbe unito il Cattolicesimo e l’Americanismo insieme attraverso la fede e la coraggiosa visione dello scopritore del nuovo mondo.
La parola "Cavalieri" rimpiazzò "Figli" perché alcuni Membri chiave dell’Organizzazione, che erano nativi dell’Irlanda e veterani della guerra civile, pensarono che avrebbe aiutato riunirsi intorno ad un nobile rituale in aiuto alla causa emergente della libertà Cattolica civile.
Il 29 Marzo la legislatura del Connecticut assegnò un capitolo ai Cavalieri di Colombo riconoscendola formalmente come una corporazione legale. I principi dell’Ordine furono, nel 1882, Unità e Carità, mentre i concetti della Fraternalità e Patriottismo furono aggiunti successivamente. Ognuno di questi ideali giocò un ruolo importante nelle cerimonie fin dall’inizio. I temi collegati a Colombo, dice lo storico Christopher J. Kauffman, "si mostra con orgoglio nella promessa Americana di libertà, uguaglianza e opportunità".

Devozione
Dal Maggio 1883 il Council n°2 fu aperto nel Meriden, nel Connecticut ed il Vescovo McMahon, cosi impressionato dell’organizzazione, divenne un Membro del Council n° 11 nel 1884 e servì come Cappellano del Council. Alla fine del 1885 c’erano 31 Council nel Connecticut.
Nel Novembre 1884 McGivney fu nominato Pastore della Chiesa di St. Thomas in Thomaston, nel Connecticut, un villaggio industriale a 10 miglia dalla sua casa nativa. Era una Parrocchia con gravi debiti che serviva dei parrocchiani della classe operaia con poche risorse oltre la loro fede. Con un’accettazione piena di preghiera Padre McGivney mise i 7 anni nella Chiesa di St. Mary dietro di lui.
I suoi parrocchiani di New Haven in una risoluzione testimoniale realizzata su un disegno di un Calice e di una Ostia dichiararono che: "nonostante i problemi e le tristezze la sua cortesia, la sua gentilezza, la purezza della sua vita gli aveva assicurato l’amore e la fiducia della gente di St. Mary che lo avrebbe seguito in qualsiasi attività".
Nei 6 anni successivi a St. Thomas, egli lottò con i debiti della Chiesa e costruì lo stesso legame di devozione e sentimento di carità che egli aveva sviluppato a New Haven. Continuò, comunque, a servire come Cappellano Supremo, coinvolto personalmente nell’aiutare l’Ordine a aumentare il numero dei Membri nel Rhode Island. Successivamente, dal 1901 al 1939, i suoi fratelli più giovani Mons. Patrick e John J. McGivney, servirono l’Ordine come Cappellani Supremi.

Morte
Non fu mai troppo forte in salute, Padre McGivney, e nel gennaio del 1890 venne improvvisamente colpito da un serio caso di Pneunoma. Varie terapie furono provate ma il suo declino continuò. Il giovane prete perse la sua forza fisica al contrario dell’Ordine che lui aveva fondato che si stava sviluppando verso una nuova vitalità.
Il 14 Agosto del 1890 Padre Michael J. McGivney morì all’età di 38 anni. Nei suoi 13 brevi ma intensi anni come prete, la pietà di Padre McGivney e la compassione ottennero l’amore di coloro i quali servì come curato e pastore. La sua ispirazione cristiana, guida morale e attenta amministrazione gli avevano portato la lealtà e l’affetto di migliaia di persone che lo conoscevano come Fondatore dei Cavalieri di Colombo.
Dal momento che l’aveva iniziata, l’Organizzazione fortificò i cattolici nella propria fede offrendo loro una via per garantire una sicurezza finanziaria in un mondo che gli era ostile e li rese più forti nella loro autostima.
Enormemente sviluppati dalle loro semplici origini dal basamento della Chiesa, i Cavalieri di Colombo combinano oggi il Fraternalismo Cattolico a una del più importanti compagnie di assicurazioni Americane. Le quattro torri del "international headquarters" simbolizzano a tutto il mondo i capo saldi di carità, unità, fraternità e patriottismo. Più di 12.000 "Fraternital Council" sono attivi in 13 Paesi.
Quasi 1.700.000 Cavalieri contribuiscono con 130 milioni di dollari e 61 milioni di ore di volontariato alle opere di carità ogni anno.
Protetto all’interno della recentemente restaurata Chiesa di St. Mary, in New Haven dove l’Ordine è stato fondato, c’è il sarcofago di granito nel quale giace Padre McGivney e che è diventato un luogo di culto per i Cavalieri pellegrini.
Alla prima commemorazione per i Cavalieri morti che si tenne durante l’anno della sua scomparsa gli fu accordato il seguente tributo: "egli era un uomo della gente, partecipava ai problemi della gente e tutta la gentilezza della sua anima di prete si confermava fortemente e incessantemente negli sforzi per migliorare la loro condizione .....oh, Reverendo Fondatore, il semplice atto di aver dato vita ai Cavalieri di Colombo ti ha fatto avere sicuramente la gioia e la pace eterna".

Canonizzazione
La causa di canonizzazione di Padre Michael J. McGivney fu cominciata nel 1997 dall’Arcivescovo di Hartford Daniel Cronin. Riconosciuta l'eroicità delle virtù, è stato dichiarato venerabile il 15 marzo 2008.


Fonte:
www.kofc.it – Fondazione Cavalieri di Colombo

______________________________
Aggiunto/modificato il 2007-08-10

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati