Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione S > San Simeone di Egee Condividi su Facebook Twitter

San Simeone di Egee Diacono e stilita

27 luglio

VI secolo

Etimologia: Simeone = Dio ha esaudito, dall'ebraico


Nel cap. 57 del suo Prato Spirituale, Giovanni Mosco (m. 619) racconta: « A quattro miglia dalla cittą di Egee (Aigaiai) stava uno stilita chiamato Simeone. Col­pito da un fulmine questi mori. Ora l'abbąs Giu­liano, lo stilita del golfo, disse ai suoi discepoli fuori del tempo in cui era solito [rivolger loro la parola]: "Buttate l'incenso [nel turibolo] ". I discepoli gli dissero: " Padre, dicci la ragione ". Giuliano rispose: " Perché il fratello Simeone, quello di Egee, č stato colpito dal fulmine ed č morto; ed ecco passa [a miglior vita] l'anima sua con alle­grezza ". Ora [i due stiliti] erano distanti l'un l'altro di ventiquattro miglia ». L'epo­ca in cui visse Simeone dovrebbe essere il sec. VI.Diverse localitą greche portano il nome di Aģgai o Aģgaģai. Qui si tratta della cittą marittima di Cilicia, oggi Ayash, come risulta dal cap. 27 del medesimo Prato Spirituale.
L'edificante racconto mira innanzi tutto a sotto­lineare il dono di « televisione » proprio a Giu­liano. Il transitus di Simeone non č narrato per se stesso e la santitą dello stilita č del tutto marginale nella galleria di Giovanni Mosco. Tuttavia il bollandista Du Sollier ha creduto poter indivi­duare il Simeone « fulminato » nel Simeone archimandrita del 26/27 lugl. (calendari orientali) e nel Simeone monaco e confessore « in Sicilia » commemorato il 27 lugl. nei martirologi latini medievali (leggendo Cilicia invece di Sicilia). Ora sappiamo che quel Simeone č l'An­ziano Stilita, e che č quindi del tutto ingiusti­ficata l'opinione del Du Sollier secondo la quale sarebbe « ridicola e inaccettabile » l'aggiunta « in Mandra » del Sinassario di Chifflet. Altri invece non sanno quale giorno assegnare a Simeone « stilita in Cilicia ».
Č perņ possibile, seguendo un'altra via, recu­perare l'eventualitą di una commemorazione di Simeone il 27 lugl. In quel giorno, il Lezionario geor­giano della Chiesa di Gerusalemme, detto di Parigi (secc. V-VIII) annunzia: « Commemorazione di Simeone e di Simeone stiliti ». Il secondo stilita non sembra da identificare con Simeone il Giovane, com­memorato nel citato Lezionario il 28 magg., ma con un terzo Simeone stilita, precisa­mente quello iscritto dopo i due pił famosi, senza titolo particolare, nel calendario georgiano di Gio­vanni Zosimo, il 27 lugl. Negli ambienti monastici siro-palestinesi il Simeone sti­lita di Giovanni Mosco avrebbe cosi trovato un'eco che si č ripercossa anche nella liturgia bizantina, per mezzo di Teodoro Studita al quale č stato attribuito il Canone dei ss. Padri inserito nel­l'Ufficio mattutino del sabato tčs tyrinčs (seconda settimana prima della Quaresima); di tale canone la sesta ode esalta, nel terzo tropario, « l'omonimia simeoniana doppiamente doppia: gli stiliti sono tre, e uno il Salņ ». Esclusa dall'antichitą del canone la possibilitą di un riferimento a Simeone stilita iconodulo, non rimane che l'asceta di Egee, la cui morte fulminea č stata interpretata, per merito del carismatico Giuliano, in un modo agiograficamente positivo.


Autore:
Daniele Stiernon


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

_____________________
Aggiunto il 2009-04-24

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati