Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > San Maurino Condividi su Facebook Twitter

San Maurino Venerato ad Auch

25 novembre

VI sec.

Martirologio Romano: Nel territorio di Agen in Aquitania, ora in Francia, san Maurino, martire, che si tramanda sia stato trucidato dai pagani mentre attendeva all’evangelizzazione della popolazione rurale.


Maurino (lat. Maurinus; fr. Maurin) è il patrono di un'abbazia posta a una ventina di Kilometri da Agen e da Moissac. Si ignora la data della sua fondazione e le origini di un tale patronato; comunque nel 1082 l'abbazia passò sotto l'obbedienza di quella di Moissac. Nel Lezionario di quest'abbazia si trova la leggenda di Maurino, che non è altro che un contesto di luoghi comuni agiografici collegati tra loro.
Secondo questo racconto Maurino nacque miracolosamente da Eutrico e Alabanna, pagani, la cui unione era rimasta sterile per diciotto anni. A dodici anni, egli si recò presso san Germano di Capua (morto nel 540) che lo battezzò, completò la sua educazione, lo ordinò diacono e, infine, dopo sette anni, lo mandò ad Agen.
Qui egli cominciò col liberare un indemoniato, cosa che attirò su di lui l’attenzione della gente, Eutrico, suo padre, era allora prefetto di Agen, agli ordini di Valduano, re di Lectoure e persecutore dei cristiani... (e ciò ai tempi di Giustiniano!). Valduano fece arrestare e assassinare Eutrico e settantotto cristiani; Maurino, incarcerato, moltiplica i prodigi ed è flagellato. Una notte un angelo viene ad aprirgli le porte e lo fa fuggire fino alla collina vicina. Le guardie, che non hanno visto niente, finiscono per ritrovarlo, ma, sconvolte da quanto sta accadendo, si convertono a loro volta. Valduano moltiplica le sevizie che si ritorcono tutte contro di lui e i suoi uomini. I carnefici sono flagellati dalle loro proprie verghe, Maurino esce indenne da un rogo e, infine, lo stesso Valduano deve prendere il posto del boia per decapitarlo, ma in conseguenza di ciò, smarrisce la ragione e i suoi uomini si uccidono fra loro, mentre Maurino, nuovo san Dionigi, prende la sua testa e va a lavarla alla fontana che diventa miracolosa. Alcuni testimoni seppelliscono il martire ed erigono sulla sua tomba una basilica dedicata a san Pietro.
Questo contesto lascia intravedere chiaramente un’epoca: la metà del VI secolo e, senza dubbio, una persecuzione (da parte di invasori ariani?). È tutto ed è poco.
Il culto di Maurino si limitò a Moissac e a qualche abbazia cistercense. Egli è commemorato il 25 novembre nella diocesi di Auch.
 


Autore:
Gérard Mathon


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-04-19

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati