Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Cardinali defunti > Card. Jan Pieter Schotte Condividi su Facebook Twitter

Card. Jan Pieter Schotte

Cardinali

Beveren-Leie, Belgio, 29 aprile 1928 - 10 gennaio 2005


Il Cardinale Jan Pieter Schotte, C.I.C.M., Presidente dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica e Segretario Generale emerito del Sinodo dei Vescovi, nasce il 29 aprile 1928 a Beveren-Leie, diocesi di Brugge, in Belgio. Entra nella Congregazione del Cuore Immacolato di Maria (C.I.C.M., Missionari di Scheut) nel 1946, a Bruxelles, in Belgio.

Viene ordinato sacerdote il 3 agosto 1952. Studia Diritto Canonico presso l'Università Cattolica di Lovanio, in Belgio, dal 1953 al 1956, e presso l'Università Cattolica d'America, a Washington D.C., (USA), tra 1962 il 1963.

Nel 1956 viene nominato vice Rettore del Seminario teologico della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria a Lovanio, in Belgio, e ricopre questo incarico fino al 1962. Nel 1963 diventa Rettore dell'Immaculate Heart Mission Seminary a Washington, D.C., negli Stati Uniti d'America e svolge questo servizio fino al 1966. Dal 1955 al 1962 è Professore di Diritto Canonico presso il Theological Seminary della sua Congregazione, a Lovanio. È inoltre Professore assistente nell'Istituto Superiore di Scienze Religiose, all'Università Cattolica di Lovanio, in Belgio dal 1957 al 1962, come assistente del professor Mons. W. Onclin.

Nel 1967 viene a Roma come Segretario Generale della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria. Ricopre l'incarico fino al 1972. Durante questo periodo si occupa di questioni sociali e internazionali in qualità di Presidente del gruppo di lavoro del SEDOS sullo sviluppo (Roma, 1968-1972); di Relatore del Seminario intermedio di tecnologia (Roma, 1968); di membro del Consiglio di Amministrazione della Agrimissio (1969); di co-organizzatore della Sessione ecumenica di programmazione sulle Unioni di Credito (Roma, 1970); di membro della tavola rotonda su Giustizia e Pace, 2ª Consultazione Plenaria (1968), 3ª (1969) e 4ª (1970); di Vicepresidente della Commissione dei Superiori Generali in occasione del Sinodo dei Vescovi del 1971 sulla giustizia nel mondo (Roma, 1970-1971); di Vicepresidente della Commissione congiunta (USG-UISG) durante l'Anno della pace attraverso la giustizia (Roma, 1972); di Vice-Presidente della Commisssione sulla giustizia nel mondo, Unioni dei Superiori generali (Roma, 1969-1972).

Molto intensa è la sua opera a servizio della Santa Sede. Attaché presso la divisione delle Organizzazioni Internazionali della Segreteria di Stato di Papa Paolo VI (1972-1978), Giovanni Paolo I (1978) e Giovanni Paolo II (1978-1980). Segretario della Pontificia Commissione «Iustitia et Pax» (1980-1983); Membro della Pontificia Commissione Migrazione e Turismo (1980-1985); Consulente della Pontificia Commissione per l'America Latina (1980-1985); Consulente del Segretariato per i non-cristiani (1981-1985); Membro del Gruppo congiunto di consultazione su Pensiero e Azione Sociali della Santa Sede e del Consiglio Mondiale delle Chiese (1981-1985); Presidente della Commissione per i Rapporti di lavoro del Vaticano (1982-1989); Membro del Gruppo congiunto di lavoro della Santa Sede e del Consiglio Mondiale delle Chiese (dal 1981).

Inoltre è Membro del Sinodo speciale dei Vescovi dei Paesi Bassi (1980); Responsabile ufficio stampa (lingua francese) del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia (1980) e del Sinodo dei Vescovi su Penitenza e Riconciliazione (1983); Presidente del Comitato per la stesura delle Bozze della carta dei «Diritti della Famiglia» della Santa Sede (1981-1983); Relatore della Consultazione informale sul disarmo nucleare, Città del Vaticano, 18-19 gennaio 1983; Vicepresidente della Pontificia Commissione «Iustitia et Pax» (1983-1985).

Promosso Vescovo titolare di Silli il 20 dicembre 1983, è ordinato Vescovo da Giovanni Paolo II il 6 gennaio 1984.

Il 24 aprile 1985 è nominato Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi e promosso Arcivescovo.

Come Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, ne ha organizzato la 2ª Assemblea generale straordinaria, a 20 anni dal Concilio Vaticano II (1985), la VII Assemblea ordinaria sul laicato (1987), l'VIII Assemblea ordinaria sulla formazione sacerdotale (1990), la 1ª Assemblea speciale per l'Europa (1991), l'Assemblea speciale per l'Africa (1994), la IX Assemblea ordinaria sulla Vita Consacrata (1994), l'Assemblea speciale per il Libano (1995), l'Assemblea speciale per l'America (1997), l'Assemblea speciale per l'Asia (1998), l'Assemblea speciale per l'Oceania (1998), la 2ª Assemblea speciale per l'Europa (1999).

Nel contempo, con l'istituzione dell'Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica (ULSA), il 14 aprile 1989 ne è stato nominato Presidente.

È stato Consultore della Congregazione per i Vescovi (1986-1994), Membro della Pontificia Commissione per il Catechismo Universale (1986-1992), Membro della Commissione Interdicasteriale per il Catechismo della Chiesa Cattolica (1993-).

Membro del Seguito Papale durante i viaggi apostolici di Sua Santità Giovanni Paolo II in Irlanda (1979), presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite (1979), negli Stati uniti d'America (1979), nello Zaire (1980), nel Congo (1980), in Kenia (1980) in Ghana (1980), nel Burkina Faso (1980), in Costa d'Avorio (1980), in Francia (1980), presso l'Organizzazione Internazionale del Lavoro, a Genova (1982), nei Paesi Bassi (1985), in Lussemburgo, (1985), in Belgio (1985), in Costa d'Avorio (1990), in Angola 1992), in Uganda (1993).

Ha fatto parte di Delegazioni della Santa Sede in occasione di vari incontri internazionali in qualità di membro delle delegazioni della Santa Sede presso: Conferenza delle Nazioni Unite sulla popolazione Mondiale, Bucarest, Romania, 1974; Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sull'Alimentazione, Roma, Italia, 1974; 2ª Conferenza generale dell'ONU sullo sviluppo industriale, Lima, Perù, 1975; Comitato dell'ONU sull'Organizzazione dello sviluppo industriale, Vienna, Austria, 1976; Conferenza Internazionale sui rifugiati del Sud-Est asiatico, Ginevra, Svizzera, 1979; Capo della Delegazione della Santa Sede presso la Conferenza Cristiana Mondiale sul disarmo nucleare, Upsala, Svezia, 1983; Rappresentante della Santa Sede presso l'Assemblea generale del «Club di Roma», Tokio, Giappone, 1984.

Numerose sono le onorificenze che gli sono state conferite. In particolare è Commendatore con Stella dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme; Commendatore dell'Ordine di Leopoldo, Belgio; Ufficiale de La Légion d'Honneur, Francia.

Dal 24 aprile 1985 all'11 febbraio 2004 è stato Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi.

Da Giovanni Paolo II creato e pubblicato cardinale nel Concistoro del 26 novembre 1994, della Diaconia di San Giuliano dei Fiamminghi.

Il Cardinale Jan Pieter Schotte, C.I.C.M. è deceduto nel pomeriggio del 10 gennaio 2005.


Fonte:
Santa Sede

______________________________
Aggiunto/modificato il 2005-04-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati