Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione P > San Pedro de S. Josè (Pietro di S. Giuseppe) di Betancur Condividi su Facebook Twitter

San Pedro de S. Josè (Pietro di S. Giuseppe) di Betancur Fondatore in Guatemala

25 aprile

Tenerife, Canarie, 19 marzo 1626 - Guatemala, 25 aprile 1667

La Chiesa ricorda oggi anche uno degli ultimi santi canonizzati: Pedro de Betancour proclamato santo da Giovanni Paolo II nel luglio 2002 a Città del Guatemala davanti a una folla immensa. Nato a Chasna nell'isola di Tenerife nel 1626; dal 1649 si trasferì nel Nuovo Mondo: in Guatemala diede vita all'Ospedale di Nostra Signora di Bethleem, con annessa scuola per i bimbi poveri. Nel 1658 fondò i Fratelli dell'Ordine di Betlemme, meglio noti come Betlemiti. Morì il 25 aprile 1667. (Avvenire)

Martirologio Romano: Ad Antigua presso Città del Guatemala nell’America Centrale, san Pietro di Betancur, membro del Terz’Ordine di San Francesco, che sotto il patrocinio di Nostra Signora di Betlemme si adoperò con tutte le forze nell’assistenza agli orfani, ai mendicanti, agli infermi, ai giovani incolti e abbandonati, agli stranieri e ai condannati ai lavori forzati.


E' uno dei pochi santi canonizzati dallo stesso papa che l’aveva beatificati. Infatti s. Pedro de s. Josè de Betancur, fu beatificato da papa Giovanni Paolo II il 22 giugno del 1980 in Piazza S. Pietro ed è stato proclamato santo dallo stesso papa il 30 luglio 2002 con una solenne celebrazione a Città del Guatemala.
In questo Stato del Centro America, perché Fratel Pedro (così è chiamato), è divenuto l’apostolo del Guatemala, un san Francesco dei suoi tempi.
S. Pedro de Betancur nacque a Chasna nell’isola di Tenerife, dell’arcipelago spagnolo delle Isole Canarie, il 19 marzo 1626 da una nobile famiglia di origine normanna. Nel 1649 si trasferì nel Nuovo Mondo, prima all’Avana, nell’Isola di Cuba e poi nel 1651 a Guatemala dove condusse una vita austera, dedicandosi alle opere di carità e formandosi alla scuola dei gesuiti; l’anno successivo, non essendo riuscito ad entrare nello stato ecclesiastico, divenne Terziario Francescano, fondando l’Ospedale di Nostra Signora di Bethleem, con annessa scuola per i bimbi poveri.
Nel 1658 fondava i Fratelli dell’Ordine di Betlemme, con la Regola del Terz’Ordine Francescano, chiamati Fratelli Betlemiti, per dare un futuro alla sua opera di assistenza. Continuò a fondare e costruire ospedali e Istituti di istruzione, ancora a Guatemala e in altre città dello Stato.
La Comunità fu approvata il 2 maggio 1667, pochi giorni dopo la morte del fondatore, avvenuta il 25 aprile 1667. Il suo successore fratello Antonio della Croce, trasformò l’Istituzione laicale in una Famiglia religiosa, con voti solenni e sotto la Regola di S. Agostino, approvata poi il 26 marzo 1687 da papa Innocenzo XI.
Alla solenne cerimonia di canonizzazione, oltre i Fratelli Betlemiti erano presenti circa 200 suore Betlemite, il ramo femminile della Congregazione, scaturito dall’ispirazione riformatrice della prima beata del Guatemala Madre Encarnación Rosal, artefice nella seconda metà dell’800, del recupero dei valori fondamentali dell’opera di Fratel Pedro.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2002-09-15

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati