Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione S > Beato Sante Brancorsini da Urbino Condividi su Facebook Twitter

Beato Sante Brancorsini da Urbino Francescano

14 agosto

Montefabbri (Urbino), 1343 - 1394

Nel giorno della festa di Massimiliano Kolbe (1894-1941) si ricorda un altro francescano, vissuto sei secoli prima: il beato Sante Brancorsini di Urbino. Nato a Montefabbri nel 1343, Giansante - questo il suo nome secolare - visse una situazione simile a quella del manzoniano fra Cristoforo. A 20 anni, infatti, uccise con la spada un parente. Pur avendo agito per legittima difesa, il fatto lo sconvolse. Si ritirò come converso dei Frati Minori nel convento di Scotaneto. Chiese a Dio di soffrire gli stessi dolori inferti all'uomo da lui ucciso. E una ferita gli si aprì nella gamba. Morì nel 1394. (Avvenire)

Martirologio Romano: Vicino a Montebaroccio nelle Marche, beato Sante da Urbino Brancorsini, fratello laico dell’Ordine dei Minori.


Figlio di Giandomenico ed Eleonora Ruggeri, nacque a Montefabbri (Urbino) nel 1343 e fu battezzato con il nome di Giansante. Frequentò scuole superiori in Urbino ma poi scelse la carriera militare. A 20 anni per difendersi dall’assalto di un parente lo ferì con la spada in modo mortale. Sconvolto per l’involontaria uccisione lasciò la vita militare e si ritirò nei Frati Minori come semplice converso (1362), nel convento di Scotaneto (Montebaroccio). Visse una vita di penitenza ed umiltà e tanta devozione per la s. Messa, la Vergine e l’Eucaristi
Ebbe il compito di maestro dei novizi. Per accentuare la sua espiazione chiese a Dio di soffrire i dolori patiti dal suo parente nello stesso punto cui l’aveva colpito. Infatti una piaga si aprì alla gamba destra dalla quale non guarì più. Morì nel 1394 con fama di santità e con vari prodigi avvenuti dopo la sua morte.
Nel 1769, circa 400 anni dopo, perseverando la sua fama di santità, l’arcivescovo di Urbino fece una ricognizione delle spoglie e le fece sistemare in una cappella a lui intitolata.
Nel 1770 papa Clemente IV ne approvò il culto e la Congregazione dei Riti il 22 settembre 1822 l’estese alle Diocesi di Pesaro, Urbino e Fano. La sua festa ricorre il 14 agosto.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2001-08-31

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati