Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione F > Beata Felicia Meda Condividi su Facebook Twitter

Beata Felicia Meda Badessa

30 settembre

† Pesaro, 30 settembre 1444

Martirologio Romano: A Pesaro, beata Felicia Meda, badessa dell’Ordine delle Clarisse.


Quando la Duchessa di Pesaro volle fondare nella sua città un nuovo convento di Clarisse, si rivolse a San Bernardino da Siena, allora vicario generale dei Francescani Osservanti. Ma la richiesta che la nobildonna fece era assai specifica, in quanto desiderava che il nuovo convento fosse affidato a Felicia Meda, milanese, clarissa francescana nel convento di Sant'Orsola. La fama di questa religiosa era dunque nota anche lontano dalla città natale, nonostante il naturale silenzio che circonda una suora di clausura. Non risulta che Felicia Meda avesse compiuto azioni clamorose o gesti risonanti tali da dare notorietà al suo nome. San Bernardino non ebbe difficoltà a convincere la suora a lasciare Milano per Pesaro, con sette consorelle, per lavorare alla nuova fondazione voluta dalla Duchessa Malatesta. Felicia obbedì prontamente al superiore, anche se le costò un certo dolore allontanarsi ormai anziana dalla città dove era sempre vissuta.

Nata più di sessant'anni prima, nel 1378, era la maggiore di tre figli, restati presto orfani per la morte dei genitori. A dodici anni aveva già fatto voto di castità, consacrando il suo corpo a Dio. Ma soltanto dopo i vent'anni, esaurito il suo compito di accudire il fratello e la sorella, entrò tra le Clarisse di Sant'Orsola. Prima di questo passo, lasciò tutti i suoi beni alla sorella, al fratello e ai poveri. Il suo esempio fu così contagioso che presto anche la sorella la seguì tra le Clarisse, mentre il fratello divenne frate francescano. Dopo venticinque anni di vita religiosa, contraddistinta da un'estrema regolarità e rigorosità, e dal continuo combattimento contro spossanti tentazioni, divenne superiora del convento di Sant'Orsola. Se ne staccò, come abbiamo detto, soltanto per recarsi a Pesaro, in obbedienza.

E quando, con le sette consorelle, giunse nella città dei Malatesta, invano la Duchessa le andò incontro con la sua carrozza. Felicia rifiutò di salirvi e preferì  entrare a Pesaro a piedi, camminando fino al nuovo monastero in mezzo all’ammirazione della folla. La stessa ovazione popolare si ripeté quattro anni dopo, alla sua morte, il 30 settembre 1444, acclamata santa dal popolo. Il culto, come beata, fu approvato da Pio VII il 2 maggio 1807.


Autore:
Don Fabio Arduino

_____________________
Aggiunto il 2016-09-27

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati