Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > San Matroniano Condividi su Facebook Twitter

San Matroniano Eremita

14 dicembre



MATRONIANO, eremita, venerato a MILANO.

La liturgia ambrosiana celebra il 14 dicembre un santo eremita di nome Matroniano, vissuto in epoca che non si può ancora sicuramente determinare.

La notizia piú antica sembra si trovi nella Notitia ecclesiarum urbis Romae (della fine del sec. VIII) ove si dice, parlando dei santi milanesi: "S. Nazarius in sua pausat ecclesia et in uno angulo S. Morimonianus confessor": il Morimonianus qui ricordato sarebbe da identificarsi con il nostro santo (così il card. Schuster ed. E. Villa; contro l'identificazione sono C.M. Rota l'autore della biografia del santo nelle Vies des Saints, ed altri ).

Nel Manuale ambrosiano della Valtravaglia, del sec. XI, Matroniano è invocato nelle litanie triduane del secondo giorno; nel calendario del Beroldo (del sec. XII) si ricorda che il 14 dicembre c'è la statio all'altare di s. Matroniano nella basilica di S. Nazaro. Nel Liber notitiae sanciorum Mediotani, abbiamo una indicazione analoga: la festa del santo eremita Matroniano si celebra il 14 dicembre sull'altare di S. Margherita dove egli riposa collocatovi da s. Ambrogio (cioè nella basilica di S. Nazaro).

Secondo la leggenda medievale, raccolta da Galvano Fiamma nel suo Chronicon maius (della prima metà del sec. XIV), un tale Guglielmo de' Boccardi partendo per la caccia chiese la benedizione a s. Ambrogio, il quale domandò al giovane le primizie della caccia. Guglielmo si addentrò nella selva, i cani si fermarono abbaiando ostinatamente in un determinato punto. Qui, rimossa la terra con l'aiuto di contadini, si trovò il corpo di un eremita che portava accanto a sé scritte indicanti il suo nome - Matroniano - e i particolari della sua vita. Mentre Guglielmo rientrava in Milano, messaggeri preavvisarono s. Ambrogio, che con il clero ed il popolo mosse incontro al cacciatore. Il corteo, con il prezioso carico, entrò in città per la porta Romana, ma giunto nei pressi della Basilica Apostolorum (S. Nazaro) la lettiga con il corpo del santo divenne inamovibile. Interpretando il fatto come un segno del cielo, s. Ambrogio fece seppellire Matroniano nella basilica di S. Nazaro.

Visite e ricognizioni delle reliquie di Matroniano vennero fatte da s. Carlo, dal card. Federico Borromeo e dal card. Alfonso Litta, che nel 1657 inaugurò a S. Nazaro un altare in onore del santo. L'ultima ricognizione è stata fatta dal card. Ildefonso Schuster il 20 novembre 1941.
La festa del santo è segnata nel Martirologio Romano alla data tradizionale del 14 dicembre.


Autore:
Antonio Rimoldi


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

_____________________
Aggiunto il 2002-08-24

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati