Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Santa Modesta di Treviri Condividi su Facebook Twitter

Santa Modesta di Treviri Vergine

4 novembre

La benedettina Modesta, badessa di Öhren, presso Treviri (VII sec.), ebbe un legame spirituale - anche se vivevano lontane e non si videro mai - con santa Getrude di Nivelles. Infatti, viene ricordata proprio in un libro sui miracoli di questa. A Modesta apparve l'anima di Gertrude che le rivelò di essere appena morta. Il giorno dopo lei ruppe la consegna del silenzio, quando giunse in visita il vescovo di Metz, che le descrisse Gertrude proprio come lei l'aveva vista. Nel Settecento il corpo di Modesta era nell'abbazia di Sankt Irminen. Oggi le sue ossa sarebbero nella chiesa di San Mattia. (Avvenire)

Martirologio Romano: A Treviri in Austrasia, nell’odierna Germania, santa Modesta, badessa, che, consacrata a Dio fin dall’infanzia, resse per prima in questa città il gregge delle vergini consacrate del monastero di Öhren e fu unita a santa Gertrude di Nivelles da grande amicizia in Dio.


Le poche notizie pervenutaci, sono tratte da un passo dell’opuscolo ‘De virtutibus s. Geretrudis’ che narra i miracoli di s. Gertrude di Nivelles († 659), questo opuscolo fu scritto da un autore contemporaneo di s. Gertrude e di santa Modesta e quindi attendibile.
Nella seconda metà del secolo VII nel monastero di Treviri in Germania, intitolato a ‘S. Maria ad Horreum’, viveva come badessa s. Modesta, la quale sin dall’infanzia era consacrata a Dio e aveva con santa Gertrude una grande e spirituale amicizia, anche se esse non si videro mai.
Dopo parecchi anni, mentre Modesta pregava nella chiesa del suo monastero, davanti all’altare della Madonna, improvvisamente vide alla destra dell’altare s. Gertrude che le rivelò di essere morta in quel giorno e in quella stessa ora.
Finita la visione Modesta rimase interdetta se parlarne con qualcuno, ma stette zitta per tutto quel giorno. Il mattino seguente, giunse al monastero il vescovo di Metz Clodolfo († 667) e lei gli chiese notizie di Gertrude, badessa di Nivelles, quindi lontano da Öhren di Treviri e su come fosse fatta di viso, la descrizione del vescovo corrispose alla donna della visione e allora Modesta raccontò al prelato quanto accaduto.
Clodolfo prese informazioni e così si poté confermare che proprio a quell’ora e giorno Gertrude era morta, era il 17 marzo 659.
Sembra che Modesta sia stata la prima badessa del monastero di Öhren di Treviri, fondato da s. Modoaldo († 640), nella prima metà del secolo VII. Morì il 4 novembre di un anno verso al fine del secolo VII e il suo corpo risulta venerato nel 1769 nella chiesa dell’abbazia di S. Irmina ad Öhren; nel 1770 la chiesa fu distrutta e ricostruita ma nessun altare risulta dedicato alla santa, secondo i fedeli della zona le sue reliquie furono trasferite nella chiesa di S. Mattia, dove riposerebbero frammiste a molte ossa di santi.
Il suo culto è documentato almeno dal secolo IX e il suo nome compariva fra le vergini nelle litanie dei santi, nei calendari e libri liturgici di Treviri e Utrecht.
Il ‘Martirologio Romano’ la celebra il 4 novembre.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2002-09-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati