Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Vincenzo Maria Sarnelli Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Vincenzo Maria Sarnelli Arcivescovo

.

Napoli, 5 aprile 1835 – 2 gennaio 1898


Altra grande figura della Chiesa napoletana, Vincenzo Maria Sarnelli nacque il 5 aprile 1835 a Napoli da Nicola, barone di Corani e da Adelaide dei marchesi Santangelo. Rimase orfano di padre a sette anni, ricevé la Prima Comunione a 10 anni; prese a frequentare gli studi di Giurisprudenza nell’Università di Napoli e durante questo periodo Vincenzo avvertì la vocazione al sacerdozio, quindi indossato l’abito talare nel 1857, prese a dedicarsi agli esercizi di pietà, agli studi sacri ed alla pratica delle opere di carità, in particolare nel centrale e frequentato Ospedale degli Incurabili.
Venne ordinato sacerdote il 20 dicembre 1862 a 25 anni, mentre proseguì gli studi per ottenere la specializzazione teologica-giuridica. Il suo impegno nello studio fu notato dall’arcivescovo di Napoli cardinale Sisto Riario Sforza, il quale decise di inviare il giovane sacerdote a Roma, per perfezionarsi nelle discipline giuridico-ecclesiastiche (1868-1869).
Al suo ritorno da Roma il cardinale gli affidò l’insegnamento del Diritto Ecclesiastico presso l’Ateneo arcivescovile e quello di Storia Civile presso il liceo Troise.
Ma il tempo per realizzare il suo desiderio di ministero fra la gente, giunse nel maggio 1875, con la nomina a parroco di S. Maria Avvocata (S. Domenico Soriano), posta nella centralissima Piazza Dante in Napoli.
Il parroco Sarnelli brillò per la cura pastorale che riponeva in ogni suo atto, per lo zelo e per lo spirito di povertà, che lo portava a dare tutto quanto possedeva, pur di aiutare chi ne aveva bisogno.
La santità di vita di Vincenzo Sarnelli si impose alla considerazione dei confratelli, quindi nessuna meraviglia che venisse nominato coadiutore del vescovo di Castellammare di Stabia, mons. Pedagna.
Alla morte dell’anziano vescovo, mons. Sarnelli gli successe sulla cattedra episcopale, fu consacrato vescovo da papa Leone XIII il 2 marzo 1879 e il 30 dello stesso mese fece il solenne ingresso nella diocesi.
Fu tutto di Dio e del suo gregge, l’uomo del consiglio, un miracolo di operosità pastorale, umile, paziente, caritativo, penitente, emise tre voti: di operare sempre il meglio per la gloria di Dio, di non perdere mai tempo e di praticare la povertà evangelica.
Nell’epidemia di colera del 1884 si prodigò oltre ogni limite, tanto da meritarsi la medaglia d’oro al valore civile per la sua continua dedizione; diede tutto ciò che possedeva ai poveri e per i lavori nella cattedrale.
Coinvolse nella sua operosità l’Azione Cattolica, l’Istituto Salesiano, la Società Cattolica fra gli Operai (1882), le Conferenze di San Vincenzo.
Per la grande devozione verso la Vergine Addolorata divenne Terziario dei Servi di Maria, amò molto questo Ordine, tra l’altro scrisse una ‘Vita’ dei Sette Santi Fondatori; tanta operosità non poteva passare inosservata e quando nel 1897 si rese vacante la sede arcivescovile e metropolitana di Napoli, papa Leone XIII, lo nominò arcivescovo della grande città e diocesi.
L’11 luglio 1897 egli fece il solenne ingresso nell’archidiocesi, ma purtroppo, dopo 18 anni come vescovo dell’antica Castellammare di Stabia, a Napoli poté governare solo pochi mesi; infatti verso la fine dell’anno, si ammalò gravemente e il 2 gennaio 1898, rese la sua bella anima a Dio santamente, come santamente aveva vissuto.
Fu ricco di doni straordinari, predisse la sua morte; il suo corpo il 7 gennaio 1898, venne deposto nel cimitero del Pianto in ‘Deposito Canonico’, come si usava fare per una persona morta in concetto di santità e di cui si iniziava la causa per la beatificazione.
Il 6 luglio 1973, i suoi resti mortali furono traslati nella sua chiesa parrocchiale di S. Domenico Soriano, nuovo nome di S. Maria Avvocata, in Piazza Dante in Napoli.


Autore:
Antonio Borrelli

______________________________
Aggiunto/modificato il 2003-02-03

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati