Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Luigia Mazzotta Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Luigia Mazzotta Giovane laica sofferente

.

Lecce, 9 luglio 1900 – 21 maggio 1922


Per una strana e fortuita coincidenza, la terra di Puglia, annovera nel secolo appena trascorso, alcune figure di donne, più o meno giovani, che colpite da misteriosi e lunghi mali invalidanti, seppero trasformare il loro letto di dolore, in un altare di espiazione, su cui si immolavano a Dio per la salvezza propria e degli altri.
Donne non uomini, perché forse più adatte per loro natura, al dolore silenzioso e al dono di sapersi offrire in ogni situazione; probabilmente ci saranno stati anche uomini, ma le figure che hanno raggiunto o iniziato la via della santità ufficiale, di cui sono venuto a conoscenza, sono soprattutto donne.
Per citarne alcune, abbiamo la Serva di Dio Luisa Piccarreta (1865-1947) di Corato (Bari), che vissuta 81 anni, ne trascorse 65 con un misterioso fenomeno, si svegliava ogni mattina rigida come un cadavere e solo il segno della Croce impartito da un sacerdote, poteva sbloccarla e per 59 anni, stette rannicchiata seduta sul letto senza più alzarsi.
Poi abbiamo la venerabile Genoveffa De Troia (1887-1949) di Foggia, che visse 62 anni quasi tutti a letto; la Serva di Dio Maria Marchetta (1939-1966) di Grassano, di 27 anni dei quali 15 trascorsi a letto, prona appoggiata sui gomiti.
A loro si aggiunge la Serva di Dio Luigia Mazzotta, che nacque a Lecce il 9 luglio 1900; rivelando sin da piccola una spiccata devozione eucaristica. Era di famiglia poverissima e fu ben presto colpita da una serie di gravi e debilitanti malattie, che le impedirono ogni attività, costringendola a letto, benché lei volesse dedicarsi tutta all’apostolato.
Sopportò con eccezionale amore, queste malattie che colpivano il suo corpo, ma soprattutto la sua esuberante gioventù, unendosi costantemente alla Passione di Cristo. Guidata nella vita della perfezione, da un valente direttore spirituale, offrì la sua giovane vita, con sofferenza riparatrice, purezza, pazienza; invitando parenti ed amici con l’esempio e la parola, all’amore salvifico di Gesù.
E come per i casi precedentemente elencati, anche Luigia nel suo letto, diventò punto di riferimento per tante persone in cerca di conforto e consiglio. Morì in fama di santità a soli 22 anni, il 21 maggio 1922 a Lecce; ai suoi funerali parteciparono migliaia di persone, indice del bene che riusciva a fare, nonostante che stesse sprofondata nelle sue sofferenze.
Il processo diocesano per la sua beatificazione, iniziò tre anni dopo la sua morte nel 1925, caso abbastanza eccezionale e dopo l’approvazione della Santa Sede arrivata nel 1977, gli Atti si spostarono a Roma, dove proseguono le necessarie istruttorie, presso la competente Congregazione. Riconosciuta l'eroicità delle virtù, è stato dichiarato venerabile il 15 marzo 2008.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2004-01-28

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati