Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione E > Sant' Etelberto Condividi su Facebook Twitter

Sant' Etelberto Re dell'Anglia Orientale

20 maggio

m. 20 maggio 794

Patronato: Hereford

Emblema: Corona, Scettro, Palma


Poche e scarne notizie ci sono pervenute circa l’esistenza terrena del re martire Etelberto dell’Est Anglia, come anche per gli altri sovrani inglesi venerati come santi risalenti all’incirca a quel periodo. L’assassinio di Etelberto in lotta per l’indipendenza del suo antico popolo diede origine ad un culto nei suoi confronti quale “martire”.
La sua vicenda ci spiega come mai la cattedrale di Hereford sia stata dedicata proprio ad un sovrano dell’Anglia orientale. La prima stesura scritta della sua vita pare possa essere attribuita a Osbert di Clare a Westminster nell’XI secolo, che si rifece ad una tradizione orale di Hereford. L’ “Anglo-Saxon Chronicle” fa semplice menzione della morte di Etelberto.
Appena quindicenne, questi ebbe il coraggio di chiedere in sposa la figlia di Offa, re della Mercia, potentissimo monarca inglese che si era già impossessato di ben quattro regni. In principio Offa si dimostrò disponibile ed invitò Etelberto a Sutton Walls, vicino a Hereford, per mettere a punto i dettagli dell’accordo.
Forse a causa della contrarietà di sua moglie Cynethryth, Offa cambiò repentinamente idea e commissionò l’assassinio di Etelberto nel 794. Ne face poi gettare il corpo nel fiume Lugg, mentre il capo venne preso a calci e divenne in seguito oggetto di venerazione a Westminster.
In seguito ad un’apparizione del santo re, si decise di seppellirne il corpo nella chiesa di Hereford ed il suo culto si diffuse così nell’intera Anglia orientale. Alcuni secoli dopo il Circognani dipinse Etelberto nel Collegio inglese di Roma insieme a tutti i martiri inglesi. Nell’Est Anglia ben dodici antiche chiese sono a lui dedicate.
La vicenda Sant’Etelberto è paragonabile a quella di altri santi re anglosassoni, come San Chenelmo e Sant’Edoardo II, e scandinavi, come Erik IX di Svezia e Olav II di Norvegia. Come avvenuto anche per molti martiri del XX secolo, il concetto di martirio è stato dunque esteso a casi di morte violenta a causa della giustizia, “per testimonium caritatis heroicis”.


Autore:
Fabio Arduino

______________________________
Aggiunto/modificato il 2005-03-29

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati