Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Beata Maria Rosa (Eulalia Melania) Durocher Condividi su Facebook Twitter

Beata Maria Rosa (Eulalia Melania) Durocher Fondatrice

6 ottobre

Saint-Antoine-sur-Richelieu, Québec, Canada, 6 ottobre 1811 – Longueuil, Canada, 6 ottobre 1849

La beata canadese suor Maria Rosa (al secolo Eulalia Melania Durocher) fondò la Congregazione delle Suore dei Santi Nomi di Gesù e di Maria. Giovanni Paolo II la beatificò il 23 maggio 1982.

Martirologio Romano: In località Longueuil in Canada, beata Maria Rosa (Eulalia) Durochet, vergine, fondatrice della Congregazione delle Suore dei Santi Nomi di Gesù e Maria per la formazione umana e cristiana della gioventù femminile.


Una ragazza nata in un piccolo villaggio di campagna, dalla salute gracile, non avrebbe mai pensato di fondare un giorno una congregazione di suore insegnanti, diffusa oggi in varie parti del mondo, ma il Signore, per le sue opere, si serve anche di piccoli strumenti.
Eulalia Durocher nacque a Saint Antoine sur Richelieu, un piccolo paese del Quebéc (Canada), il 6 ottobre 1811 da una famiglia molto religiosa. Era l’ultima di dieci figli, tre dei quali divennero sacerdoti e due suore. Anche i genitori, che erano contadini, avevano in giovinezza pensato di consacrarsi a Dio. Eulalia (battezzata con il nome di Melania) crebbe in un ambiente sano, tranquillo e profondamente cristiano. All’età di dieci anni fu mandata nel collegio delle Suore di Notre Dame a St. Denis in cui rimase due anni e in cui ricevette la Prima Comunione. Ritornò poi a casa per problemi di salute fino a quando, nel 1827, maturando la vocazione religiosa, entrò nella comunità di Montreal delle medesime suore. Nei tre anni successivi dovette più volte tornare a casa, sempre a causa della cagionevole salute, e infine rinunciò al suo desiderio. All’età di diciannove anni, quando morì la madre, si trasferì col padre presso il fratello sacerdote in un paese vicino. Si occupava delle faccende della canonica, aiutando nelle opere parrocchiali e facendosi apprezzare da tutti per disponibilità e gentilezza. L’anno seguente alcune ragazze iniziarono ad aiutarla ed insieme formarono l’associazione delle Figlie di Maria, la prima del Canada. Eulalia fu eletta direttrice dell’associazione ma la sua vocazione di consacrarsi tutta a Dio rimaneva forte e nel 1841 pronunciò nelle mani del confessore i voti privati di povertà, castità e ubbidienza. Il lavoro in parrocchia le dava poi modo di comprendere quanto fosse necessaria l’istruzione dei poveri che a quei tempi ne erano quasi privi. La situazione socio-politica del Quebéc era complicata. Nel secolo precedente, dopo una guerra tra Francia e Inghilterra (1763), il paese era passato sotto il controllo inglese. Fin dalla sua fondazione (1603), la cosiddetta “Novelle France” era nata grazie all’immigrazione dal vecchio continente, regolata da norme precise. Gli abitanti erano tutti cattolici francesi e spesso i rapporti con i confinanti inglesi (protestanti) non erano facili. Con la Rivoluzione Americana, in Canada si rifugiarono i coloni che non volevano separarsi dalla Corona britannica. Si stabilirono soprattutto ad ovest, nell'Ontario, lasciando ai francofoni i territori dell'est. La convivenza tra le due comunità, che implicava la scelta dei governi, la libertà di stampa e il controllo del commercio, era difficile. Ci furono rivolte sedate con la forza (1838) perché i francesi, pur essendo in maggioranza, avevano meno diritti. In queste complesse vicende si inserisce la storia della beata. Nella sua cittadina, per l’istruzione del popolo, si cercò di far giungere dalla Francia la Congregazione dei Santi Nomi di Gesù e Maria che, impossibilitata ad aprire oltreoceano una casa, mandò le proprie costituzioni cui ispirarsi. Il confessore di Eulalia, un Missionario Oblato di Maria Immacolata (fondati dal De Mazenod), consigliò quindi alla giovane di dare vita ad una nuova famiglia religiosa. La Durocher, contro ogni sua aspettativa, insieme a due amiche, formò la prima comunità prendendo dimora in una vecchia scuola. Proprio in quegli anni sant’Eugenio de Mazenod inviava dalla Francia i suoi missionari a Montreal, aprendo la strada allo sviluppo della sua congregazione. La diocesi cattolica era grande e c’era molto da lavorare. Nacquero così a Longueuil, il 28 ottobre 1843, le Suore dei Santi Nomi di Gesù e Maria. Approvate dal vescovo Ignace Bourget il 29 febbraio dell’anno successivo, l’8 dicembre 1844 ci fu la professione ed Eulalia prese il nome di Maria Rosa, venendo nominata superiora e maestra delle novizie. Nel 1845 la congregazione ebbe la personalità giuridica, con riconoscimento da parte del parlamento. Fondamentale fu la guida degli Oblati di S. Eugenio nella formazione delle suore, e l’aiuto dei fratelli di Suor Maria Rosa, in particolare di Teofilo. Si mantennero le costituzioni dell’istituto di Marsiglia, adottando il metodo di insegnamento dei Fratelli delle Scuole Cristiane. La congregazione moltiplicò il suo apostolato, alcune iniziative erano a pagamento e così si potevano finanziare le attività educative per le famiglie povere.
Madre Maria Rosa aveva ormai compiuto la sua missione terrena, gettando in seno alla Chiesa un seme fecondo. Morì a soli trentotto anni il 6 ottobre 1849. Poco prima di spirare, sorridendo, disse alle suore raccolte intorno al suo letto: “Le vostre preghiere mi trattengono qui, lasciatemi andare!”. La congregazione, che nel 1877 divenne di diritto pontificio, si dedica ancora oggi prevalentemente all'istruzione e alla catechesi, seguendo la spiritualità ignaziana. È diffusa in varie parti del mondo, oltre al Canada e agli Stati Uniti, è presente in Giappone, Lesotho, Brasile, Perù, Camerun, Haiti, Nigeria. Le spoglie mortali di Madre Maria Rosa sono venerate nella cattedrale della diocesi di St-Jean-Longueil, la cattedrale di St-Antoine. Papa Giovanni Paolo II l’ha dichiarata beata il 23 maggio 1982.


Autore:
Daniele Bolognini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2008-10-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati