Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione I > Sant' Iltrude (Hiltrude) di Liessies Condividi su Facebook Twitter

Sant' Iltrude (Hiltrude) di Liessies Vergine

27 settembre

Poitiers, VIII sec. - Liessies (Belgio), 27 settembre 800 ca.

Si consacrò a Dio, vivendo solitaria nelle prossimità del monastero di Liesse, di cui suo fratello era abate.

Martirologio Romano: Nel cenobio di Liesse nell’Hainault, nel territorio dell’odierna Francia, santa Iltrude, vergine, che visse piamente, ritiratasi presso suo fratello Guntardo abate.


Si premette che la “Vita Hiltrudis”, scritta fra il 1050 e il 1090 da un monaco di Waulsort (Belgio), si rifà ad una tradizione monastica di prima dell’850, priva però di ogni valore storico, perché ogni documento scritto, sembra sia stato bruciato dai barbari; santa Hiltrude vergine è menzionata al 27 settembre in un Sacramentarlo di Liessies del XII secolo.
Hiltrude era figlia di Ada, una nobile franca e di Wiberto conte di Poitiers, che possedeva terre tra i fiumi Sambre e Mosa, fra la Francia e il Belgio; ed era sorella di Gontrado, primo abate di Liessies.
Fu promessa in sposa ad Ugo conte di Borgogna, ma ella preferì consacrarsi a Dio, ricevendo nel 768 il velo delle vergini, con la benedizione del vescovo di Cambrai; poi in seguito fu accolta dal fratello Gontrado, che la alloggiò dietro la cappella del suo monastero di Liessies.
In questo luogo visse per diciassette anni come monaca solitaria, partecipando alla vita liturgica dell’abbazia; morì il 27 settembre di un anno intorno l’800 e venne sepolta nell’abbazia belga.
La fama della sua santità crebbe nei secoli e il 17 settembre 1004 il vescovo di Cambrai, Erluino, fece aprire la tomba “elevandone” le reliquie.
Nel 1587 le reliquie del cranio, vennero sistemate in un nuovo reliquiario in argento e s. Luigi di Blois, abate di Liessies contribuì allo sviluppo del culto.
Durante la guerra dei “Trent’anni” le reliquie furono messe in salvo a Mons, dove nel 1641 furono poste in un’artistica urna.
Ma le peripezie delle reliquie non erano finite, nel 1793 durante la Rivoluzione Francese, la Convenzione requisì i metalli preziosi e il cranio della santa fu gettato a terra e poi raccolto da un fedele.
Il culto riprese nel 1802 e nel 1842 le reliquie, dopo un’inchiesta, furono riconosciute autentiche. Il Martirologio Romano pone al 27 settembre la festa di sant’Hiltrude vergine in Austrasia.


Autore:
Antonio Borrelli

______________________________
Aggiunto/modificato il 2006-02-15

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati