Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Giulio Arrighetti Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Giulio Arrighetti Religioso

.

S. Pietro a Sieve, Firenze, 16 marzo 1622 – Firenze, 10 ottobre 1705


L’antico Ordine dei Servi di Maria, deve molto all’opera e al carisma di padre Giulio Arrighetti, che spese la sua lunga vita (84 anni) tutta al servizio dei confratelli, governando anche l’Ordine con saggezza e disciplina.
Il venerabile Giulio Arrighetti, nacque a S. Pietro a Sieve (Firenze) il 16 marzo 1622, da modesta ma religiosissima famiglia, al battesimo gli fu dato il nome di Fortunato.
Crebbe col desiderio di farsi “frate della Madonna” e l’8 settembre 1634, Fortunato Arrighetti fu accolto fra i Servi di Maria, nel celebre convento della Ss.ma Annunziata di Firenze.
Vestì l’abito dei Servi il 4 ottobre dello stesso 1634 e dopo i prescritti periodi di preparazione e formazione, emise i voti religiosi il 25 marzo 1638, prendendo il nome di Giulio.
Entrato giovanissimo nell’Ordine, rifulse per santità di vita e di pensiero, mentre avanzava nei livelli formativi superiori; fu baccelliere in teologia; incorporato nell’Università Teologica di Firenze il 12 maggio 1650; ancora conseguì il magistero al Capitolo Generale del suo Ordine il 19 maggio 1652 e dieci giorni dopo, fu iscritto fra i teologi dell’Università fiorentina.
A 30 anni era insegnante di filosofia, poi reggente in vari studi dell’Ordine, divenne più tardi professore di teologia nell’Università di Pisa, dove insegnò dal 1666 al 1677; fu predicatore ricercato e ascoltato in varie città d’Italia.
Religioso di profonda umiltà e di angelica purezza, amò molto la penitenza, la solitudine e la preghiera.
Fu eletto priore dell’importante convento della Ss.ma Annunziata di Firenze, una prima volta per due anni dal 2 maggio 1668 e di nuovo, per un anno, il 17 luglio 1676.
La stima nei suoi confronti, saliva sempre più nell’Ordine, per cui fu nominato Provinciale di Toscana il 20 giugno 1677 e prima ancora che scadesse il triennio della carica, volle mettere in atto il suo ardente desiderio di vivere in solitudine e il 19 gennaio 1680 si ritirò nell’eremo di Monte Senario, culla della fondazione dei Servi di Maria e dove esisteva in quel tempo la Casa di una congregazione eremitica del suo Ordine.
Quattro giorni dopo, ottenne il permesso del Padre Generale Giorgio Soggia; e frate Giulio Arrighetti il 2 febbraio successivo vestì l’abito degli eremiti, prendendo il nome di Alessio Maria (era il terzo nome che usava fino allora, nei suoi 58 anni di vita).
Ma il suo eremitaggio non durò a lungo, perché due anni dopo, il 21 gennaio 1682, papa Innocenzo XI lo tolse dall’eremo nominandolo Vicario Apostolico dell’Ordine a Roma, in sostituzione del Padre Generale Soggia, eletto nel 1681 vescovo di Bosa in Sardegna; padre Arrighetti rivestì di nuovo l’abito dei Servi di Maria, riprendendo anche il nome di frate Giulio.
Sebbene egli accettasse questi incarichi per obbedienza, sperando che al termine del mandato, potesse riprendere la vita eremitica, a cui si sentiva particolarmente votato, il papa prima che scadesse il mandato, lo elesse Priore Generale dell’Ordine per sei anni, a decorrere dal 1684.
Devoto servo di Maria, a Lei consegnò le chiavi del convento quando fu eletto priore della Ss. Annunziata di Firenze nel 1676 e da Priore Generale affidò alla Vergine, l’Ordine, del quale aveva dovuto assumere il governo.
Ottenne la festività del Nome di Maria nel 1682 e si adoperò nel 1688 affinché la festa della Madonna dei Sette Dolori, che allora si celebrava la terza domenica di settembre, divenisse solennità patronale del suo Ordine.
Ebbe particolare cura nel ristabilire la disciplina religiosa, richiamando nei conventi quei frati che abusivamente vivevano fuori, combatté l’ozio, favorì l’elezione di superiori capaci e di santa vita.
Fu zelante nell’applicare devotamente il culto di Dio, dando decoro alle chiese e la dignità alle celebrazioni liturgiche.
Ebbe a cuore la formazione dei giovani religiosi, scegliendo per loro ottimi maestri di spirito, disciplinò meglio il Noviziato e nel 1685 aprì nel convento di S. Giuseppe di Bologna, un collegio filosofico, i cui studenti migliori. Dopo tre anni di studio potevano accedere ai corsi di teologia, presso il Collegio Gandavense di Roma.
Più che introdurre nuovi decreti, volle che fossero osservati quelli già esistenti; mitigò il rigore della sua carica con la benevolenza, preferendo comandare poco per essere più facilmente obbedito.
Fu castissimo e povero, rifiutò regali e raccomandazioni che potessero influenzare le sue decisioni; si meritò una generale benevolenza e riverenza.
Il 30 aprile 1690, ebbe termine il suo mandato di Priore Generale e padre Arrighetti chiese a papa Alessandro VII di poter riprendere la vita eremitica, ma non gli fu concesso; tornò allora nel convento della Ss.ma Annunziata di Firenze, dove visse, con permesso speciale rinnovato periodicamente, in una cella del celebre convento, finché il 2 luglio 1695, poté abbracciare totalmente e definitivamente la vita del recluso, occupando le celle già abitate un secolo prima, dal ven. Angelmaria Montorsoli.
Dopo altri 10 anni di vita penitente, padre Giulio Arrighetti, morì il 10 ottobre 1705 ad 84 anni e sepolto nella Chiesa della Ss.ma Annunziata, nella Cappella del Crocifisso.
Il suo successore al governo dell’Ordine, mons,. Giovanni Francesco Poggi, allora vescovo di S. Miniato, raccolse ampie notizie biografiche su di lui e sulla sua opera nell’Ordine dei Servi di Maria, e le testimonianze sui fatti straordinari attribuiti alla sua intercessione.
La Causa per la sua beatificazione, fu aperta dall’Ordine nel 1920, presso la Curia arcivescovile di Firenze.


Autore:
Antonio Borrelli

______________________________
Aggiunto/modificato il 2006-10-09

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati