Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione L > Beato Ludovico Rocco Gietyngier Condividi su Facebook Twitter

Beato Ludovico Rocco Gietyngier Sacerdote e martire

30 novembre

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Zarki, Polonia, 16 agosto 1904 - Dachau, Germania, 30 novembre 1941

Il beato Ludwik Roch Gietyngier, sacerdote diocesano, nacque a Zarki, Polonia, il 16 agosto 1904 e morì a Dachau, Germania, il 30 novembre 1941. Fu beatificato da Giovanni Paolo II a Varsavia (Polonia) il 13 giugno 1999 con altri 107 martiri polacchi.

Martirologio Romano: Vicino a Monaco di Baviera in Germania nel campo di prigionia di Dachau, beato Ludovico Rocco Gientyngier, sacerdote e martire, che, durante l’occupazione della Polonia in tempo di guerra, a causa delle attività criminali perpetrate dai nemici della fede fu sottoposto a tortura e rese lo spirito a Dio.


Ludwik Roch (Ludovico Rocco) Gietyngier nacque il 16 agosto 1904 a Żarki, da Władysław e Józefa Maślankiewicz.
Ludovico Rocco fu battezzato nella chiesa parrocchiale tre giorni dopo la sua nascita.
Quando aveva quattro anni, i suoi genitori, lo misero in un orfanotrofio locale gestito da suore.
Sentita la propria vocazione al sacerdozio, Ludovico Rocco riuscì a frequentare il seminario teologico della diocesi di Częstochowa a Cracovia.
Il 25 giugno 1927, Ludovico Rocco Gietyngier è stato ordinato sacerdote a Jasna Góra, dal vescovo di Częstochowa, Teodor Kubina.
Subito dopo l’ordinazione è stato nominato vicario nella parrocchia di Strzemieszyce a Zagłębie Dąbrowskie.
Inoltre, dopo aver chiesto l'ammissione all'Università Jagellonica, fu ammesso al quinto anno di studi presso la Facoltà di Teologia, dove si è laureato il 30 giugno 1929 conseguendo il master in teologia.
Il vescovo mons. Kubina nominò don Ludovico Rocco Gietyngier prefetto a tempo pieno in una scuola elementare pubblica a Będzin e il 10 agosto 1934, dopo cinque anni di lavoro in quella città, è stato nominato insegnante di religione nelle scuole secondarie di Częstochowa.
Don Ludivico Rocco ha svolto anche le funzioni di prefetto a tempo pieno presso il Tadeusz Kościuszko e di cappellano presso la casa religiosa delle Suore Resurrezionistie a Częstochowa.
Dopo chiusura del Seminario statale, fu incaricato quale insegnante di religione presso la Scuola professionale statale femminile e presso la scuola per insegnanti prescolari.
Il giorno 8 aprile 1938 è stato nominato assistente della chiesa nel Circolo dell'Unione dei Servizi Segreti Cattolici di Częstochowa, incarico a cui, dovette rinunciare per l’aggravarsi della sua precaria salute.
All'inizio del 1939 è stato nominato anche moderatore della Seconda Assemblea degli insegnanti, sotto l'invocazione di Nostra Signora del Rosario e S. Teresa di Gesù Bambino a Częstochowa.
Dal giorno 1 settembre 1941, don Ludovico Rioccio Gietyngier doveva iniziare a lavorare come direttore del Ginnasio maschile T. Kościuszko della diocesi di Częstochowa a Wieluń, ma lo scoppio della seconda guerra mondiale e l'occupazione tedesca cambiarono profondamente la situazione del clero cattolico.
Il 6 ottobre 1941 fu arrestato dalla Gestapo e, insieme ad altri sacerdoti della contea di Wieluń, fu inviato al campo di transito a Konstantynów vicino a Łódź. Dopo tre settimane è stato inviato con tutti i sacerdoti al campo di concentramento di Dachau, dove gli fu assegnato il numero 28.288.
Le condizioni carcerarie molto difficili di Konstantynów, il viaggio verso il campo di concentramento e il terrore dei primi giorni a Dachau aggravarono la salute di don Ludovico Rocco Gietyngier.
Il 30 novembre 1941 fu portato all’ospedale del campo, dove Sepp Hayden, uno dei più crudeli aguzzini, dopo averlo scaraventato a terra e calpestato sullo stomaco, l’ha ucciso.
Don Ludwik Roch (Ludovico Rocco) Gietyngier è stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II a Varsavia il 13 giugno 1999 nel gruppo dei 108 beati martiri polacchi.

PREGHIERA
Signore Gesù Cristo,
Ti lodiamo per l'inesauribile dono
del Tuo amore e il potere della grazia
mostrato nei Tuoi servi
il Beato Ludwik Roch Gietyngier
e il Beato Maksymilian Binkiewicz,
sacerdoti che hanno accettato il martirio,
mantenendo nelle persecuzioni,
fedeltà alla propria vocazione cristiana.
Degnati, Signore, per la loro intercessione,
di concedermi la grazia
per la quale mi affido a te.
Amen.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2021-05-04

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati