Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione F > Beato Francesco Maqueda Lopez Condividi su Facebook Twitter

Beato Francesco Maqueda Lopez Seminarista, martire

12 settembre

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Villacañas, Spagna, 10 ottobre 1914 - Dosbarrios, Spagna, 12 settembre 1936

Francesco Maqueda Lopez nasce il 10 ottobre 1914 a Villacanas, in Spagna. Entrato nel seminario di Toledo, riceve il suddiaconato il 5 giugno 1936. Scoppiata la guerra civile spagnola, l'11 settembre 1936 Francesco è catturato dai rivoluzionari che lo conducono nella chiesa dell'Addolorata, adibita a prigione. Il seminarista non manca di incoraggiare gli altri detenuti, guidando la recita del Rosario e di altre preghiere. Durante la notte, insieme ai prigionieri, viene trasportato su un camion lungo la strada nazionale per l'Andalusia. Una volta che i componenti del gruppo giungono a Dosbarrios, vengono fatti scendere dal mezzo e sono fucilati. È il 12 settembre 1936. La fama di santità del giovane seminarista martire apre le porte alla sua causa di beatificazione, unitamente a dodici sacerdoti del clero diocesano di Toledo. Conclusa l'inchiesta diocesana sulla vita e sulle virtù, gli atti vengono dichiarati validi dalla Congregazione delle cause dei santi il 18 febbraio 1994. Benedetto XVI ha riconosciuto il martirio di Francesco Maqueda Lopez il 28 aprile 2006 ed è stato beatificato il 28 ottobre 2007 insieme con altre 497 vittime della medesima persecuzione. (Avvenire)


Francesco Maqueda Lopez nacque il 10 ottobre 1914 a Villacanas, in Spagna. Entrato nel seminario diocesano di Toledo, ricevette il suddiaconato il 5 giugno 1936. Era in quel tempo scoppiata la sanguinosissima Guerra Civile Spagnola, che tante vittime fece tra la popolazione cattolica.
Prevedendo l’arresto, l’11 settembre 1936 il giovane Francesco digiunò e trascorse la mattinata raccolto in preghiera. Verso mezzogiorno i rivoluzionari bussarono alla porta della sua casa e lo condussero nella chiesa dell’Addolorata, adibita a prigione. Il seminarista non mancò di incoraggiare tutti gli altri detenuti, guidando la recita del Santo Rosario e di altre preghiere in preparazione alla morte ormai imminente.
Durante la notte, insieme ad altri prigionieri, venne trasportato su di un camion lungo la strada nazionale per l’Andalusia; giunti a Dosbarrios, li fecero scendere e li fucilarono. Era il 12 settembre 1936, nel pieno della guerra.
La fama di santità e di martirio di questo giovane seminarista non svanì col passare del tempo, anzi andò crescedo e fu dunque inrodotta la sua causa di beatificazione, unitamente a 12 sacerdoti del clero diocesano di Toledo. Conclusa positivamente l’inchiesta diocesana sulla vita e sulle virtù, gli atti furono dichiarati validi dalla Congregazione delle Cause dei Santi con decreto del 18 febbraio 1994. Papa Benedetto XVI ha riconosciuto il martirio di Francesco Maqueda Lopez il 28 aprile 2006 ed egli è stato beatificato il 28 ottobre 2007 insieme con altre 497 vittime della medesima persecuzione.


Autore:
Fabio Arduino

_____________________
Aggiunto il 2008-02-04

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati