Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Eleonora Maturana Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Eleonora Maturana Carmelitana

.

Bilbao, Spagna, 25 luglio 1884 - Buenos Aires, Argentina, 23 gennaio 1931


Nasce a Bilbao (Spagna) il 25 luglio 1884 e con la sorella gemella viene il giorno stesso portata a battesimo: a lei viene imposto il nome di Leonor, alla sorellina quello di Pilar. Oltre ad essere gemelle per nascita, lo saranno anche nella vocazione religiosa e nel cammino verso la santità. Soltanto la risposta all’unica vocazione di Dio le differenzia: mentre Pilar entra nel convento delle Mercedarie con il nome di suor Margherita Maria, diventando successivamente la fondatrice delle Suore Mercedarie di Berriz, Leonor entra nel convento delle Carmelitane della Carità di Vittoria. Per il resto, come esse stesse riconoscevano e come ha ribadito il Card. Saraiva Martins, “erano come due corpi in un’anima sola, con un incredibile livello di comunicazione e compenetrazione”.
Suor Leonor Maturana, dopo il noviziato a Vittoria, per sei anni insegna musica e Lingue nel collegio di Guernica e poi si offre come volontaria per la fondazione che la sua congregazione sta progettando in America Latina. La sua richiesta viene accettata e così raggiunge il collegio di Suipacha, in Argentina, dove resterà fino alla morte. Qui svolge il suo servizio di insegnante con semplicità e con infinita carità e si contraddistingue non nel compiere grandi gesta, ma nello svolgere straordinariamente bene le più comuni e ordinarie mansioni della vita religiosa. Chiunque l’avvicina sente che questa suora è talmente innamorata di Gesù da dover ad ogni costo comunicare a tutti il tesoro immenso che Egli rappresenta per lei. Suor Leonor tutto fa per Gesù, ogni cosa offre a Gesù, ogni dolore soffre con Gesù. “Ti assicuro che sarei disposta a farmi a pezzi”, scrive alla sorella, “perché il mondo intero possa conoscere e seguire Gesù”. Che questa non sia solo una pia intenzione lo dimostra il fatto che, tanto per cominciare, sfrutta ogni momento per farlo conoscere ed amare nel suo ambiente: più con la vita tutta piena di Lui, che con tante parole. Che tuttavia, quando è il caso, sa usare anche bene per infiammare gli altri ad amare di più Gesù. Svolge questo suo apostolato soprattutto con le ex allieve del collegio, incontrandole di persona o raggiungendole per lettera, sempre e in ogni caso per continuare a parlare loro di Gesù e per invitarle a volerGli sempre bene e, a loro volta, farLo conoscere agli altri.
L’ansia missionaria che sta divorando la sorella in Spagna, e che la porterà a trasformare il suo convento di clausura in istituto missionario “ad gents”, è una caratteristica comune anche a Suor Leonor: perché, in fondo, essere missionari altro non significa che annunciare Gesù a tutti, perché ogni uomo abbia la possibilità di scoprire quanto Egli è buono e quanto è amato da Lui. Così, mentre la sorella fa due volte il giro del mondo per aprire missioni nei vari continenti, suor Leonor fa conoscere all’Argentina le Pontificie Opere Missionarie: perché chi parte per l’annuncio abbia il sostegno spirituale ed economico di chi resta a casa. E si fa apostola di questa forma di collaborazione missionaria, perché ogni cristiano, nessuno escluso, deve in qualche modo contribuire all’annuncio del Vangelo, anche se in forme diverse. L’amore per Gesù sembra davvero consumare questa suora, che attraverso una vita solo apparentemente ordinaria raggiunge una straordinaria unione con Dio che la sostiene e la mantiene in uno stato di completa donazione e di offerta continua anche e soprattutto quando la sua salute viene minata da un cancro allo stomaco.
Muore a Buenos Aires il 23 gennaio 1931 e tre anni dopo, il 23 luglio, morirà, anche di un male incurabile, la sorella suor Maria Margherita. Di quest’ultima, la Chiesa ha riconosciuto l’eroicità delle virtù e il 22 ottobre 2006 è stata proclamata beata. Anche per suor Leonor è iniziato il cammino verso la canonizzazione: il 23 dicembre 1993, con la promulgazione del “decretum super virtutibus”, la Chiesa si è ufficialmente pronunciata sull’esercizio eroico delle virtù e, di conseguenza, suor Leonor è stata proclamata “Venerabile”. Affidando alla sua intercessione i nostri bisogni spirituali e materiali possiamo affrettare il giorno in cui anche lei sarà elevata alla gloria degli altari, costituendo così – almeno in epoca recente – l’unico caso di due gemelle che per strade diverse hanno raggiunto la santità.


Per aveer informazioni, materiale e per comunicare grazie ricevute:
HH. Carmelitas de la Caridad
Ayacucho 460
(1026) Buenos Aires
TE: 011-4953-4254/2801
Fax: 011-4954-1540
e-mail: joaquina@cvcti.com.ar


Autore:
Gianpiero Pettiti

______________________________
Aggiunto/modificato il 2007-07-18

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati