Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Otilia de las Nieve (Nievesita) Condividi su Facebook Twitter

Otilia de las Nieve (Nievesita) Aspirante FMA

Testimoni

10 settembre 1944 – 22 gennaio 1964


Otilia de las Nieves e il Cile: un binomio che nasce in un paese lontano, accarezzato dal sogno missionario di Don Bosco e germogliato anni avanti nella storia di una ragazza semplice. Otilia de las Nieves, per tutti Nievesita, è accolta come miracolo tra l’entusiasmo del fratellino Giulio Cesare e il calore di mamma e papà che in un clima di festa benedicono l’alba di una nuova vita. La piccola cresce in un ambiente sereno dove non mancano precisi riferimenti educativo-religiosi prontamente abbracciati dalla piccola, attenta all’ascolto e all’ubbidienza, non senza qualche perplessità tipica delle creature innocenti e dei loro mille “perché”.
Deliziosa e determinata, è lei a decidere di frequentare la scuola presso l’Istituto delle “Figlie di Maria Ausiliatrice” perché, è lei stessa a dirlo, “quando passo davanti alla loro casa, se c’è qualche suora sulla soglia, mi guarda e mi sorride”. Ed è presso questo collegio che riceve la prima Comunione. Quell’incontro diviene il centro propulsore della sua esistenza che le cambia il disincantato sguardo di bambina in due occhi che brillano della luce di Dio. La religiosa che la preparò al sacramento ricorda infatti: “Nievesita era felice. Le traspariva nel volto il fervore dell’anima. Mentre spiegavo, teneva un atteggiamento composto e raccolto, ma la tensione del suo spirito era chiaramente sensibile”. Un’altra importante testimonianza della sua generosa interiorità ci arriva da un padre assunzionista che suo fratello le presentò dopo aver preso la decisione di entrare nell’ordine per seguire la vocazione sacerdotale. Ricorda infatti padre Vargas: “Conobbi Nievesita quando aveva dieci anni. Dal suo viso traspariva una purezza angelica: era timida, ma soave ed attraente. Seppi poi che era dotata d’intelligenza vivida e chiara”.
Terminato il primo ciclo di studi entra al liceo delle Figlie di Maria Ausiliatrice, dove la sua vocazione “in germe” stava lentamente maturando fino a esplicitarsi: “Mamma, che ne pensi? Voglio farmi religiosa. So che il Signore mi chiama e sono decisa… Mi darai il permesso?”. Colta di sorpresa la signora rispose con un secco “no”: avendo già “dato” un figlio al Signore, Nievesita sarebbe dovuta rimanere accanto ai genitori. Intanto continua a frequentare la scuola, ma i suoi discorsi assumono sempre più spesso un’aria quasi sibillina, foriera di un triste presagio per quanti l’ascoltavano… che si sarebbe rivelato in tutta la sua tragicità ma che Nievesita (e solo lei), viveva come un anelito verso la felicità. Giorno dopo giorno, le sue forze diminuivano e aumentavano i disturbi. Ed ebbe anche inizio il travaglio degli esami diagnostici e delle visite specialistiche che si conclusero con il ricovero in ospedale e il tristissimo verdetto: tumore maligno. La sua risposta? Fu sorprendente e splendida nella sua semplicità: “Bene! Ci vedremo presto, Signore”! L’incontro quotidiano con l’Eucarestia le diede la forza per interessarsi a tutti non spegnendo l’entusiasmo per la vita e il prossimo, assicurando a ciascuno la sua presenza con la preghiera, ed esprimendo la propria riconoscenza a quanti si recavano a farle visita. Era turbata da un pensiero che confidò a monsignor Wladimir Boric, salesiano, vescovo di Puntarenas: Nievesita non accettava di poter sopportare i suoi dolori con il solo intervento di massicce dosi di morfina, ma il vescovo la tranquillizzò dicendole di stare serena e di seguire il consiglio e l’aiuto dei medici. E venne presto, tra la costernazione di chi le voleva bene, cioè di tutti, il giorno del congedo, in cui ella si concesse definitivamente tra le braccia di Colui che tanto aveva amato. Era il 22 gennaio 1964.


Autore:
Serena Manoni


Fonte:
www.sdb.org

_____________________
Aggiunto il 2008-08-27

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati