Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servi di Dio Giulio Garrigues, Giulio Andrea Brun e compagni Condividi su Facebook Twitter

Servi di Dio Giulio Garrigues, Giulio Andrea Brun e compagni Martiri di Beijing

.

Beijing, Cina, giugno/agosto 1900


Si tratta di un gruppo di martiri della rivoluzione xenofoba e anticristiana detta della setta dei Boxers, scoppiata a Pechino e in altre città della Cina del nord, nel 1900. A Pechino il vescovado e la missione cattolica adiacente (Pe-tang) furono assediati dai Boxers dalla metà del mese di giu. 1900, al 16 ago. Vi erano rinchiusi 3.000 cristiani cinesi, 5 sacerdoti europei e 8 fratelli maristi, 8 sacerdoti cinesi e 111 seminaristi. Le vittime per fame, malattie o colpi di arma da fuoco, furono 400. La liberazione avvenne per azione di uma forza multinazio­nale, tra cui 40 marinai italiani. I servi di Dio martiri furono i seguenti:
Giulio Garrigues, n. a Saint-Sernin (Tarne) il 23 giu. 1840, m. a Pechino il 14 giu. 1900. Entrato nella Congregazione della Missione nel 1864, andò missiona­rio in Cina e fu nominato parroco al Toung-tang di Pechino. Verso la mezzanotte del 14 giu. i Boxers incendiarono la sua chiesa e la sua residenza. Il Garrigues ebbe appena il tempo di consumare le sacre specie eucaristiche e cadde trucidato dai rivoltosi. Il suo corpo fu consunto dalle fiamme e non fu più ritrovato.
Giulio Andrea Brun, fratello marista, visitatore della provincia religiosa della Cina, n. a Saint-Vincent-de-Reins (Ròne) il 17 lug. 1863, m. a Pechino il 12 ago. 1900, colpito a morte dai Boxers, mentre tentava di soccorrere una donna rimasta sotto le macerie.
Maurizio Carlo Pasquale Doré, sacerdote della Con­gregazione della Missione, n. a Parigi il 15 magg. 1862, m. a Pechino il 15 giu. 1900. Entrato in comunità nel 1880, era parroco al Si-tang di Pechino, quando scoppiò la rivoluzione dei Boxers. Anche lui fu bruciato vivo nella sua chiesa ed il suo corpo non fu più ritrovato.
Pasquale Raffaele D'Addosio, sacerdote della Con­gregazione della Missione, n. a Presicce (Bari) il 19 dic. 1835, m. a Pechino il 15 ago. 1900, colpito per strada da una fucilata. Non fu mai possibile ritrovare la sua salma.
Antonio Claudio Chavanne, sacerdote della Congre­gazione della Missione, n. a Saint-Chomond (Loire) il 20 ago. 1862, m. a Pechino il 26 lug. 1900, colpito da una palla di fucile forse avvelenata, il 17 lug.
A questi martiri bisognerebbe aggiungere i pp. Nié Pietro e Pao Tommaso, trucidati nella loro chiesa di Yeu-chan, nella prefettura di Tient-tsin; il sacerdote cinese p. Ly Andrea ed il fratel Giuseppe, marista, direttore della scuola di Cha-da-heul, morto per lo scoppio di una mina collocata dai Boxers, il 18 lug. 1900. L'apertura del processo ordinario di tutti questi martiri ha avuto luogo il 6 nov. 1936.


Autore:
Luigi Chierotti


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2008-12-20

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati