Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Giuseppe Longhi Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Giuseppe Longhi Francescano

.

Dolzago, Lecco, 13 maggio 1694 - Canzo, Como, 17 gennaio 1756


Fra Giuseppe Longhi nacque a Dolzago, in Brianza, il 13 maggio 1694, da Giacomo e Cecilia Ripamonti. Quarto di una lunga serie di fratelli, era ancora un bambino quando la famiglia si trasferì nel vicino paese di Ello. Fu seguito e diretto dal parroco don Giovanni Antonio Fiorono. Molto religioso, maturò presto la vocazione religiosa. Fu accolto tra i Frati Minori Conventuali di Canzo, paese posto all'estremità nord del Lago del Segrino, tra una catena di monti, l'ultimo paese dell'Alta Brianza. Il convento era dedicato a san Francesco e risaliva agli ultimi decenni del 1300.
Fra Giuseppe percorse le vie ardue della perfezione, distinguendosi in modo particolare per la continua preghiera e l’austera penitenza. Il Signore lo favorì di grazie per cui alle sue preghiere ricorrevano in molti. Testimoni privilegiati di tale silenzioso apostolato furono il parroco ed il medico del paese. Nella chiesa del suo convento, come apprendiamo dalle cronache, nel 1722 furono intrapresi lavori di consolidamento dell’abside e del campanile, mentre nel 1748 furono creati cinque altari ancora oggi visibili.
La santa morte del servo di Dio avvenne il 17 gennaio 1756. Il popolo lo acclamò santo e la sua tomba divenne meta di pellegrinaggi devoti. In particolare le mamme portavano i figli a muovere i primi passi sulla sua tomba. Purtroppo la presenza dei frati a Canzo finì intorno al 1778, ma le visite al suo sepolcro durarono anche dopo la soppressione del convento.


PREGHIERE

O Cuore di Gesù, siamo persuasi che tu ci vuoi bene. Sappiamo pure che le nostre miserie sono tante. Perdonaci, Ti preghiamo. E con tutta l’umiltà con cui può essere capace la nostra estrema debolezza, Ti chiediamo la grazia ... Te la chiediamo per l’intercessione e per la glorificazione del Tuo Servo buono e fedele fra Giuseppe Longhi.

Ti scongiuriamo, o Cuore di Gesù, per quella carità che Tu hai voluto come vincolo tra noi, poveri peccatori e Te, di voler ascoltare la nostra umile ed insistente preghiera. Signore, se Tu vuoi puoi esaudirci, dacci la grazia ... Te la chiediamo per l’intercessione e per la glorificazione del Tuo umilissimo Servo fra Giuseppe Longhi.

O Cuore di Gesù, che hai detto: picchiate e vi sarà aperto, mostra di gradire la nostra insistenza. Glorifica questo ardente serafino della Tua Eucaristia fra Giuseppe Longhi, per intercessione del quale Ti chiediamo la grazia ... Te la chiediamo con la fede della Madonna e di tante anime tribolate che sono ricorse a Te e furono esaudite.

Pater, Ave, Gloria.


Autore:
Daniele Bolognini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2009-01-31

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati