Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Camilla Ligas Condividi su Facebook Twitter

Camilla Ligas Laica

Testimoni

16 marzo 1908 - 12 ottobre 1998


Donna forte e nobile, amabile e severa, discreta e generosa, dinamica in tutte le sue manifestazioni, punto di riferimento costante per ogni iniziativa.
Insegnante elementare, presidente diocesana della Gioventù femminile, segretaria, cassiera per lunghissimi anni.
Indelebile il suo amore per l’apostolato e per la sua chiesa: ci piace richiamare alla memoria due episodi della sua lunga vita costellata di gioie e di dolori.
Il 9 settembre 1943 estrae dalle macerie del bombardamento il corpo martoriato della madre e l’accompagna alla sepoltura con eroico coraggio.
Il ricordo gioioso per l’attributo a lei conferito dall’ Arcivescovo Baccarini, durante le gare diocesane di Azione Cattolica, la definiva in pubblico” la mia stella alpina”.
Affidiamo le tappe del suo profondo ed intenso itinerario di fede alle parole del suo diario:
” Ho avuto sempre un’aspirazione alla vita di apostolato nel mondo, per diffondere il Vangelo di Cristo. Fui conquistata da Vittoria Titomallio, ma, poiché la consacrazione nell’Istituto secolare missionario della Regalità mi sembrava una scelta troppo ardua per me,misera creatura, ci vollero ben tre anni per dire sì alla vocazione. Iniziai col partecipare ad un Corso di Esercizi ad Assisi dove incontrai Armida Barelli e Padre Gemelli. Così iniziai la mia vita nell’Opera della Regalità. Ero la sola a Capua e nella Diocesi, poi man mano siamo aumentate, anche perché, essendo allora presidente diocesana della Gioventù femminile, avevo più possibilità di reclutare nuove sorelle.Feci la professione a Grottaferrata consacrandomi interamente al Signore. La mia vocazione mi ha sorretto in tutto, specialmente nelle ore più tristi della mia vita. ”
Sì, una vita secondo il regolamento francescano di spoliazione di se stessa; un “fare”senza escludere “l’essere” .
Camilla è stata un progetto divino e anche la morte è arrivata per lei come “sora morte”.
L’Azione Cattolica Diocesana, grata al Signore che ha suscitato nel corso della sua storia questa luminosa figura di santità laicale che ricorda come un frammento prezioso della vita associativa, un fulgido esempio di profonda umiltà, con fiducia e speranza intraprende il cammino del nuovo triennio.


Fonte:
www.azionecattolica.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2010-05-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati