Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Bernardin Palaj Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Bernardin Palaj Sacerdote francescano, martire

.



Nato a Scutari il giorno 2 ottobre dell'anno 1894. La sua origine e' umile e povera, infatti proviene da una famiglia semplice di montagna. Come un ragazzo raggiunta l'età adatta viene registrato alla scuola elementare di Scutari, nella scuola dei frati francescani. Finita questa continua il liceo sempre dai francescani, ma a Salzburg in Austria. Nello stesso tempo segue corsi universali alla facoltà statale di lettere. Il giorno 15 di settembre del 1911 entra nel convento francescano per diventare frate, mentre nel agosto del 1918 viene ordinato sacerdote e celebra la prima messa. Come parroco lo troviamo nella diocesi di Pulti e di Rubik. Poi e' professore di lingua Albanese e di lingua latina al liceo "Illyrikum" di Scutari. Di statura media, simpatico, svelto, intelligente, eloquente e con un temperamento vivace. Partecipa al giornale di Scutari che trattava dei temi religiosi, economici, politici, e anche letterali. Fu un poeta finissimo, folclorista e prosatore. Scrive della poesie liriche, epiche, raccoglie miti e leggende, scrive anche in prosa. Le sue opere oggi sono raccolte, importanti per la letteratura. Il Re Zog lo arresta alcune volte per la sua attività politica. Al tempo della guerra prende la parte dei nazionalisti, ma solo a livello di opinione, ma questo gli costerà molto. Quelli che lo hanno conosciuto nelle testimonianza lo descrivono come un conoscitore della musica e delle arti, con gusto raffinato. Ha una voce meravigliose da tenore, suona il piano perfettamente. Nell'anno 1946 viene arrestato dai comunisti. Subisce delle torture tremende. Nel libro "Martirzimi i Kishes Katolike ne Shqiperi" 1944 - 1990 viene descritto come un torturato atrocemente: "appeso ad un albero, nudo, piu' volte bastonato con spranghe di ferro. Abbiamo una testimonianza di una donna che la citiamo come e': "io la sottoscritta dichiaro: per quanto riguarda la morte di P. Bernardin Palaj, ricordo che nel mese di febbraio dell'anno 1946, quando nella nostra casa venne la moglie di mio zio paterno, che era la sorella di P. Bernardin, chiese a mia madre di poter dare qualche bambino per accompagnarla fino alla prigione, perché l'avevano avvisata di andare e prendere le cose di P. Bernardin, e da sola non si sentiva sicura e non poteva. Mia madre disse a me di andare ad accompagnare. Io a quel tempo avevo circa 15 anni. Andammo insieme alla prigione che era davanti all'ex consolato italiano (oggi centro salesiano). Dopo aver parlato con alcuni che lavoravano la' in prigione, dopo un po' ci portarono la tunica del frate, di colore marrone che era tutta sangue e piena di terra. Sua sorella la piego' e poi comincio' a piangere per tutta la strada, di altro non mi ricordo, se non il povero padre e' morto nelle torture. Questo si diceva nella mia famiglia". Muore nel carcere del convento dei frati francescani. Forse per infezione tetanica dal contatto con i ferri che lo bastonavano. Non abbiamo altri documenti per ulteriori notizie.


Fonte:
www.zanishenndou.com

_____________________
Aggiunto il 2012-07-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati