Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione G > Beato Giuseppe Vega Riano Condividi su Facebook Twitter

Beato Giuseppe Vega Riano Sacerdote e martire

7 novembre

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Siero de la Reina, Spagna, 19 marzo 1904 - Paracuellos de Jarama, Spagna, 7 novembre 1936

Beatificato il 17 dicembre 2011.



Nacque il 19 marzo 1904 a Siero de la Reina, provincia e diocesi di  León. Il giorno successivo venne battezzato. Figlio di una famiglia  modesta di agricoltori. Il 31 luglio 1922 prese i voti nel noviziato di Urnieta (Guipúzcoa) e il 3 giugno 1927 ricevette l’Ordinazione  Sacerdotale a Roma. Avendo conseguito i dottorati in Filosofia, Teologia e Diritto Canonico, venne inviato come professore di Teologia Dogmatica al Seminario Maggiore o Scolasticato di Pozuelo de Alarcón nel settembre del 1930. Il 22 luglio 1936 venne arrestato con tutta la Comunità. Due giorni più tardi, venne portato alla Direzione Generale di Sicurezza a Madrid e, messo in libertà il giorno successivo, il 25 luglio, si rifugiò con alcuni scolastici in casa di una famiglia amica. Venne arrestato il 10 ottobre 1936. Il 7 novembre venne martirizzato a Paracuellos del Jarama.

Testimonianze

P. José Vega, professore di dogma, dava le lezioni con molta preparazione e con molto sentimento spirituale. Mio fratello Porfirio Fernández o.m.i., suo alunno, diceva che alcune delle sue lezioni sembravano una lettura spirituale.    (Pablo Fernández)

Il comportamento dei rifugiati fu di non-attività, eccetto i Padri Francisco Esteban e José Vega che continuarono a  prestare assistenza spirituale agli Oblati nascosti e ad altre persone, specialmente religiose, perfino rischiando la vita.   P. José Vega Riano si incaricò di proteggere personalmente tre scolastici che avevano la febbre, cercando loro una famiglia di conoscenti che potessero ospitarli. Inoltre si preoccupò della loro vita spirituale, ottenendo che P. Mariano Martín, nascosto nella pensione di via San Jerónimo, li  visitasse per  favorire loro il sacramento della Penitenza. Altro fatto straordinario fu che in un’altra casa di accoglienza, il 12 ottobre, Festa della Madonna del Pilar, qualcuno gli portò ostie consacrate e trascorsero tutto il giorno in adorazione al Santissimo. All’imbrunire ricevettero la comunione, che fu il viatico per quasi tutti loro, perché il giorno 15 tutti furono arrestati e condotti al Carcere Modelo.


Fonte:
www.martiripozuelo.wordpress.com

______________________________
Aggiunto/modificato il 2012-08-12

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati