Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Michele Zavala Lopez Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Michele Zavala Lopez Sacerdote agostiniano

.

1867 - 1947


Nacque a Rancho Nuevo de Santa Clara, Puruandiro (Michoacan, Messico), da genitori contadini di estrazione molto modesta. Adolescente entrò nel seminario di Morelia prima e di Yuriria (Gto.) poi, per vestire l'abito agostiniano nel 1888 e professare un anno più tardi. Fu ordinato sacerdote nel 1894. Dopo alcuni mesi di pratica pastorale nella cappellania di El Sabino, paese nelle vicinanze di S. Nicolas de Agustinos, Gto., fu mandato nella città di Querétaro.

Nel 1904 ritornò a Morelia in qualità di definitore e segretario provinciale - due incarichi per i quali sarà rieletto ininterrottamente fino al 1924 - e poi maestro dei novizi. Dal 1908 fino ai suoi ultimi giorni, si dedicò quasi unicamente alle attività parrocchiali, prima a Moroleòn, Gto. (1908-1920), poi a Yuriria (1920-1932) durante i difficili momenti della rivoluzione cristera, quindi nella capitale della Repubblica messicana (1932-1938), per alcuni mesi a Salvatierra, Gto. e infine nuovamente a Yuriria (1939-1947).

Si distinse per la pratica delle virtù monastiche, per il suo intenso impegno apostolico e per la santità di vita. Il decoro della casa del Signore costituì per lui una delle sue maggiori preoccupazioni, oltre al suo peculiare modo di apostolato e di avvicinarsi a tutti, piccoli e grandi, poveri e ricchi, praticanti e increduli. Per quanti luoghi lo condusse l'obbedienza, che non furono pochi o soltanto quelli sopra ricordati, lasciò dietro di sé chiese restaurate e costruzioni portate a termine. Affabile, sempre con il sorriso sulle labbra, con il modo di parlare intelligente appariva una persona avvincente.

Il diminutivo familiare di P. Zavalita con cui fu conosciuto, più che per la sua statura piccola e la sua costituzione magra, derivava dal fare gioviale con cui trattava i suoi fedeli, soprattutto bambini e ammalati, unito ad una straordinaria semplicità di vita religiosa vissuta alla luce del sole ardente della sua terra tarasca. Morì a Yuriria il 4 aprile 1947. I suoi resti riposano nella chiesa parrocchiale. Il 28 marzo del 1995 si otteneva il nihil ostat della Santa Sede e il 3 febbraio 1996 iniziava l'inchiesta diocesana. Conclusa a Morelia il 18 agosto 1997, ebbe il decreto di validità dalla Congregazione dei Santi il 30 aprile 1999.


Fonte:
www.cassiciaco.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2013-12-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità