Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Cardinali ultraottantenni > Card. Kelvin Edward Felix Condividi su Facebook Twitter

Card. Kelvin Edward Felix

Cardinale ultraottantenne

Ha appena compiuto ottantun’anni il cardinale Kelvin Edward Felix. Proviene da Dominica, ha svolto il suo ministero anche a Saint Kitts, a Trinidad e soprattutto a Santa Lucia, ma ha ricoperto un ruolo di primo piano in tutta l’area insulare centroamericana, essendo stato a lungo ai vertici della Conferenza delle Chiese dei Caraibi (Ccc) e presidente della Conferenza episcopale delle Antille.



Il Cardinale Kelvin Edward Felix, Arcivescovo emerito di Castries.(Santa Lucia, Antille), nasce il 15 febbraio 1933 in Roseau, Dominica, sesto dei nove figli del maggiore Edward Mosley, sovrintendente di polizia, e di sua moglie Melanie Cadette. Ricevuta l’istruzione primaria presso la Roseau Boys School e quella secondaria alla Dominica Grammar School, durante gli anni delle scuole superiori si distingue nella pratica sportiva, in particolare nel cricket, nel calcio e nell’atletica, conseguendo eccellenti risultati in tornei giovanili.
Dopo essersi diplomato, agli inizi del 1951 lascia Dominica per iscriversi al Saint John Vianney Seminary di Trinidad.
Ordinato sacerdote a Dominica l’8 aprile 1956, è il primo prete nativo della diocesi di Roseau. Dopo le iniziali esperienze pastorali in patria e a Saint Kitts, si trasferisce in Canada, dove nel 1963 consegue una specializzazione in area pedagogica presso l’Istituto internazionale Coady dell’Università di San Francesco Saverio in Nova Scotia. Nel 1967 ottiene un master in sociologia e antropologia presso l’ateneo statunitense di Notre Dame (Indiana).
Durante gli anni in cui ultima la formazione presso l’Università di Bradford, in Inghilterra (1967-1970), presta servizio come cappellano della comunità caraibica nella città industriale e nell’intera regione del West Yorkshire. Colpito dalle condizioni di difficoltà sociali ed economiche dei suoi fedeli, comincia a organizzare una cooperativa di credito Da quell’esperienza nasce il Bradford Credit Union, che ha ottenuto numerosi riconoscimenti nel corso degli anni ed è tuttora fiorente, dimostrandosi uno strumento efficace per risolvere i problemi sociali ed economici dei migranti antillani nel Regno Unito.
Intanto, conclusi gli studi, ritorna come docente al seminario regionale Saint John Vianney di Trinidad. Insegna sociologia e teologia pastorale, svolgendo attività accademica anche presso l’Università delle Indie Occidentali - Saint Augustine Campus. Ma presto deve rientrare a Dominica: è infatti designato preside della Saint Mary Accademy, una scuola secondaria cattolica per ragazzi, che era stata chiusa a causa delle agitazioni provocate dal movimento Black Power. Riavviata pienamente l’attività dell’istituto dopo tre anni di intenso lavoro e restituitane la direzione didattica ai Fratelli cristiani, è nominato segretario generale aggiunto della Conferenza delle Chiese dei Caraibi.
Il 17 luglio 1981 è nominato da Giovanni Paolo II arcivescovo metropolita di Castries in Saint Lucia. Il successivo 5 ottobre riceve l’ordinazione episcopale. Nello stesso periodo è eletto anche presidente della Conferenza delle Chiese dei Caraibi, Ccc (1981-1986) e successivamente presidente della Conferenza episcopale delle Antille (1991-1997). In quegli anni diviene membro dei Pontifici Consigli per la famiglia e per il dialogo interreligioso, e del Consiglio per l’America del Sinodo dei vescovi.
Nell’arcidiocesi di Castries dedica le proprie energie pastorali soprattutto alla formazione del clero locale, delle organizzazioni religiose e dei leader laici. Prepara l’accoglienza di Papa Wojtyła in occasione del suo viaggio a Saint Lucia (7 luglio 1986), che comporta un impegno su vasta scala e coinvolge tutti i vescovi della regione e i capi di Governo della Caribbean Community (Caricom).
Insignito di vari riconoscimenti pubblici — tra i quali l’Ordine dell’Impero britannico conferitogli a Londra dalla regina Elisabetta II — svolge per ventisette anni il ministero episcopale a Saint Lucia. Tra le sue realizzazioni, il noviziato di un ordine religioso femminile al servizio dell’arcidiocesi, l’associazione di preti diocesani, il centro pastorale per la formazione della leadership locale che oggi porta il suo nome, il pre-seminario per i giovani della provincia di Castries e della regione, intitolato a Giovanni Paolo II, propedeutico al seminario maggiore di Trinidad.
In quegli anni promuove inoltre la formazione dei diaconi permanenti e dei catechisti, e istituisce il centro Sacra Famiglia per bambini bisognosi. Fiore all’occhiello della sua azione pastorale sono la casa di Sister Lucy per i cittadini indigenti, realizzata mettendo a disposizione la sua residenza episcopale, e l’organizzazione provinciale Caritas Antille con sede a Saint Lucia per il servizio dei poveri e dei bisognosi della regione.
Durante la Settimana santa del 2004 è vittima di un’aggressione appena fuori dalla sua cattedrale. Riporta una lieve ferita alla gola, ma il fendente sferratogli con un coltello non è mortale perché attutito dal collare romano. Al compimento dei 75 anni, il 15 febbraio 2008 Benedetto XVI ne accoglie la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi. Tornato a Dominica, continua il suo servizio nelle parrocchie rurali dell’isola.
Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 22 febbraio 2014, del Titolo di Santa Maria della Salute a Primavalle.


Fonte:
Santa Sede

______________________________
Aggiunto/modificato il 2014-02-24

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati