Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione D > Devozioni al Sangue di Gesł Condividi su Facebook Twitter

Devozioni al Sangue di Gesł

Solennitą del Corpus Domini

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene



La solennità del Corpus Domini, ossia del corpo e sangue di Cristo, fa memoria di un culto speciale che è testimoniato sin dalle origini del cristianesimo. La più antica litania del sangue di Cristo della quale ci è giunto il testo risale al V secolo:
«Sangue di Gesù Cristo, che per noi ha preso carne dalla santa Vergine
che è nato dalla santa Madre di Dio
che si è manifestato agli angeli e ai demoni.
Sangue di colui che fu battezzato nel Giordano da Giovanni il Precursore
e che si è offerto in sacrificio per i nostri peccati.
Sangue di Gesù Cristo. Amen».

A partire dal XIV secolo questa devozione cominciò ad avere una significativa diffusione tra i fedeli, in seguito alla sottolineatura dell’umanità del Redentore proposta da grandi figure della spiritualità medioevale, come Bernardo di Chiaravalle e Francesco d’Assisi. In seguito, però, i devoti si intiepidirono e fu necessario attendere l’Ottocento perché il culto al Preziosissimo Sangue tornasse in auge.
Il merito fu del sacerdote romano Francesco Albertini, canonico della chiesa di san Nicola in Carcere, dove si conserva un brandello – macchiato dal sangue di Gesù Cristo – della veste di Longino, il soldato che inferse il colpo di lancia al costato del Salvatore. In onore di questa reliquia, monsignor Albertini fondò nel 1808 la Pia Unione del Preziosissimo Sangue.
La più nota devozione al sangue di Cristo è una Coroncina scritta da monsignor Albertini. È composta da sette Misteri, che ricordano i momenti in cui Gesù versò il suo sangue: nella circoncisione, nell’Orto degli ulivi, nella flagellazione, nella coronazione di spine, sulla via del Calvario, nella crocifissione e quando fu trafitto dalla lancia. Al termine di ciascun Mistero si recitano cinque Padre nostro e un Gloria.
Un’altra preghiera scritta dal medesimo sacerdote, che san Gaspare del Bufalo definì «di un’efficacia speciale», è quella delle Sette offerte del Preziosissimo Sangue. L’orazione proclama: «Eterno Padre, ti offriamo il Sangue Preziosissimo che Gesù versò sulla croce, e che ogni giorno offre sull’altare, per la gloria del tuo santo nome, per l’avvento del tuo regno e per la salvezza di tutte le anime».
 


Autore:
Saverio Gaeta

_____________________
Aggiunto il 2014-04-23

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati