Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione J > Beato Jaume Puig Mirosa Condividi su Facebook Twitter

Beato Jaume Puig Mirosa Sacerdote e martire

30 luglio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

30 luglio 1936

Il suo padrino, il giorno del battesimo, ha dato una peseta per il battesimo di acqua e un’altra per il battesimo di sangue. Superiore e direttore del collegio di Santa Maria de Blanes, con Sebastian Llorens ex alunno, nascondeva l'antica immagine della Vergine del Vilar, patrono di Blanes, ed entrambi sono stati uccisi sulla strada, nelle prime ore della notte del 30 luglio 1936. Fu sepolto in un cimitero "perché era un prete." Riconosciuto il suo cadavere è stato depositato prima in una nicchia della Congregazione e nel 2007 nella cappella del cimitero della parrocchia di San Giuseppe Manyanet di Barcellona.



Jaime (Jaume) Puig Mirosa nacque il 3 giugno 1908 a Terrassa di Barcellona, in una famiglia molto cristiana e devota alla Sacra Famiglia.
Il suo padrino, quasi fosse una predizione nel giorno del battesimo diede una peseta per il suo battesimo d’acqua e una peseta per il battesimo di sangue.
Infatti,  Jaime (Jaume) Puig Mirosa sarà il primo religioso dei Figli della Sacra Famiglia a subire il martirio all’età di 29 anni e 13 di professione religiosa, nella città di Blanes, il giorno 27 luglio 1936. 
Jaime frequentò dapprima le Scuole Pie di Terrassa e dopo un colloquio con il superiore generale dei Figli della Sacra Famiglia, padre Luis Tallada, entrò nella scuola del Nazareno a Blanes, per far parte della Congregazione religiosa
fondata da San Giuseppe Manyanet nel 1864, per diffondere la devozione alla Sacra Famiglia e la formazione cristiana delle famiglie, attraverso l'educazione cattolica dei fanciulli e dei giovani.
Aveva come prefetto degli aspiranti, padre Matín Millet, che lo aveva in grande considerazione, tanto che arrivò ad affermare che Jaime era "in quasi tutto un vero modello di giovane aspirante per lo stato religioso”.
Studiò, filosofia e teologia, a Les Corts e poi finì i suoi studi nella scuola di San Luis de Begues.
Seppe sempre distinguersi tra i suoi compagni per la sua sensibilità, delicatezza, pietà, gioia e decisione vocazionale. I suoi formatori hanno detto che era un "osservatore, docile e obbediente, semplice e umile, e studiava molto" inoltre manifestava una "straordinaria devozione all'Eucaristia e alla Beata Vergine" e anche il suo parroco
a suo riguardo affermò che "si era sempre distinto per la sua pietà e buone abitudini".
Jaime (Jaume) Puig Mirosa è stato ordinato sacerdote il giorno 20 febbraio 1932.  Subito dopo divenne il responsabile dei teologi di Sant Juliá de Vilatorta,
Nel 1933 dopo essere stato assegnato alla scuola di Santa María de Blanes come insegnante si distinse nella formazione dei bambini e dei giovani del centro.
In seguito divenne il superiore e direttore della scuola e del collegio, e quando scoppiò la guerra con l’ex alunno Sebastian Llorens riuscì a nascondere e a salvare l’antica immagine della Vergine del Vilar. Subito dopo, entrambi furono uccisi sulla strada, nelle prime ore della notte del 30 luglio 1936.
Padre Jaime (Jaume) Puig Mirosa, aveva solo 28 anni e solo “perché era un prete” fu sepolto in un cimitero. I suoi resti, dapprima depositati in una nicchia delle Congregazione, nel 2007 sono stati traslati nella cappella del cimitero della parrocchia di san Giovanni di Manyamet di Barcellona.
Il martirio fu una conseguenza della sua fedeltà a Dio e della testimonianza data dell'amore incondizionato per la famiglia di Nazaret. 
Il 10 maggio 2012, Papa Benedetto XVI ha autorizzato la promulgazione del decreto del martirio di 19 religiosi e sacerdoti dei Figli della Sacra Famiglia e giovani laici ex alunni.
Il 13 ottobre 2013 a Tarragona, nella regione spagnola della Catalogna, si è svolto il rito della beatificazione presieduto dal delegato di Papa Francesco, il Cardinale Angelo Amato,  di 522 persone uccise in odio alla fede durante la guerra civile spagnola. Tra questi è stato beatificato anche padre Jaime (Jaume) Puig Mirosa.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-04-30

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati