Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Paolo (Pablo) de Anda y Padilla Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Paolo (Pablo) de Anda y Padilla Sacerdote e fondatore

.

San Juan de los Lagos, Jalisco, Messico, 8 luglio 1830 - León, Guanajuato, Messico, 29 giugno 1904

Sacerdote messicano fondatore delle Figlie  Minime di Maria Immacolata, benefattore insigne della città di Léon. Ha costruito a León un santuario in onore della “Morenita del Tepeyac”, la Vergine di Guadalupe.



Nascita e infanzia
Paolo de Anda y Padilla, nacque il giorno 8 luglio 1830, in una città mariana per eccellenza: San Juan de los Lagos, Jalisco, in Messico. I suoi genitori, don Mariano de Anda y Do Sanjuana Padilla, ebbero cinque figli, Peter, Joseph Sostene, Maria Rita e Maria del Refugio, oltre Paolo, ultimo tra i fratelli.
Paolo ricevette un'educazione cristiana e mariana mentre viveva nella casa dei suoi genitori. L'atmosfera familiare favoriva le sue aspirazioni al sacerdozio. Quando Paolo sentì la vocazione al sacerdozio, i suoi genitori lo hanno sempre sostenuto e incoraggiato. Fu mandato a studiare nella città di Leon de los Aldama nello stato del Guanajuato.

Ordinazione sacerdotale

Don Pablo, conclusi gli studi ecclesiastici, chiese al Vescovo di Michoacán, Mons. Clemente de Jesús Munguía, di concedergli gli Ordini Sacri, richiedendo l'escardinazione della diocesi di Guadalajara.
Fece la richiesta e le procedure per due volte perché la documentazione andò perduta per posta.  Impaziente, alla fine decise di farsi incardinare nella diocesi di San Luis Potosí, dove un suo parente faceva il segretario della Camera e del governo.
Ottenuto l’assenso, ricevette l'ordinazione sacerdotale dalle mani del vescovo Pedro Barajas y Moreno, il 24 agosto 1856, nella chiesa parrocchiale di Venado.
Fu così che cominciò ad esercitare il suo ministero nella diocesi di San Luis Potosí; dove rimase per i primi undici anni del suo sacerdozio.
Con la fondazione della diocesi di León, a don Paolo gli fu chiesto di passare in quel territorio.

Attività sacerdotale
Don Paolo di Anda y Padilla, nell’esercitare il suo ministero di sacerdote si è dimostrato un instancabile apostolo.
Ha fondato una Casa della Misericordia per i bambini, gli ammalati e gli anziani indifesi; ha creato numerosi laboratori per insegnare varie arti e mestieri; ha fondato un ospedale; ha guidato con amore paterno, sia le Figlie di Maria, che le Conferenze di San Vincenzo. Don Paolo era sempre in prima linea, pronto ad impegnarsi a servizio dei poveri, degli malati e degli indigenti.

Fondazione del Santuario in onore della Morenita del Tepeyac
Inoltre don Paolo di Anda y Padilla ha costruito a León un santuario in onore della Vergine di Guadalupe – “la Morenita del Tepeyac” dove ogni anno si svolge la festa la “Fiesta de los Inditos,” o “Inditos Day ovvero la “Festa dei piccoli indiani” dove i bambini vengono vestiti con lo stile del nativo san Juan Diego, per ricordare l’apparizione e il miracolo della Santa Vergine a Juan Diego. Inoltre la festa serve agli abitanti di León per mantenere vivo il ricordo delle loro tradizioni, dei loro costumi e delle loro tradizioni.  Accanto al santuario fece costruire c la casa degli esercizi spirituali.

Fondatore della Congregazione “Figlie Minime di Maria Immacolata”

Nel 1886, memore dell’esperienza nella guida delle Figlie di Maria, Don Paolo ebbe l’idea di fondare la Congregazione religiosa delle "Figlie Minime di Maria Immacolata".
Scegliendo tra le Figlie di Maria, quattro donne di cui poteva fidarsi per portare a termine la sua fondazione, il 25 marzo 1886 venne istituita la nuova congregazione.
Le prime quattro sorelle che accettarono la proposta di don Paolo erano Mercedes de Señor di San Jose Reyes, chiamata Soledad, Concepcion de Señor de San José Barrón, conosciuta con il nome di Refugio Barrón, Guadalupe de Señor de San José Reyes, che prese il nome Giovanna, Maria de Señor San José Meabe  che ebbe il nome di Maria.
Il Vescovo Don Tomas Baron y Morales, che ha inviato la sua benedizione per la fondazione diede il permesso alla costituzione del nuovo Istituto, concedendo loro la possibilità di avere un piccolo oratorio per la celebrazione della messa.
Se don Paolo de Anda ha sempre pensato al bene con grande amore e misericordia per gli emarginati e i maltrattati, per i poveri e i bisognosi, volle un istituto di suore con il carisma  "conformato a Cristo Misericordioso, a favore dei poveri e dei bisognosi, come Maria, in spirito di famiglia".

Verso la fine
Tre anni prima della sua morte, si ammalò gravemente tanto che ogni sua attività sacerdotale e la direzione delle opere che aveva fondato venne ridotta drasticamente.
Il 28 giugno 1904, aveva appena finito di celebrare la Messa, quando venne colto da dolori intensi.
Trascorse tutto il giorno senza alcun sollievo, e la notte successiva gli fu somministrata l’estrema unzione da Don José María Velázquez, che lo assisteva insieme alcuni sacerdoti della Compagnia di Gesù.
Esprimendosi con grande difficoltà, disse alle Figlie di Maria che circondavano il suo letto di morte: "Siate sante, siate sante".
Poi volgendo lo sguardo verso la Superiora delle Suore Minime, da lui fondate, le rivolse queste parole: "Cara mamma Rosa, ho intenzione di morire; e in cielo pregherò per tutti; invio a tutte le mie figlie, la mia benedizione” Dopo la mezzanotte andò in agonia, morendo alle quattro del mattino del giorno 29 giugno 1904.
Aveva 74 anni e 47 anni di sacerdozio.

Il processo per la canonizzazione
L’apertura del processo per la canonizzazione del Servo di Dio Paolo de Anda y Padilla ha ottenuto il nulla osta il giorno 27 ottobre 1983. L’apertura del processo diocesano è avvenuta il 24 marzo 1984 e con la relativa chiusura il 5 giugno 1992. L’anno successivo, il giorno 2 giugno 1993 venne emesso il decreto di validità di tale processo. Nel 1995, venne aperto il processo diocesano su un presunto miracolo avvenuto grazie all’intercessione del Servo di Dio.
Dopo la promulgazione del decreto sull’eroicità delle virtù, Papa Giovanni Paolo II il giorno 28 giugno 1999 ha proclamato venerabile il servo di Dio Paolo de Anda y Padilla.

Preghiera per la sua beatificazione
Dios y Padre Nuestro, que te dignas hacer partícipes de tu Santidad a todos tus hijos y de modo especial, al Venerable Siervo de Dios Pablo de Anda Padilla, a quien concediste la práctica heróica de las virtudes especialmente la caridad en su gran sensibilidad hacia los pobres y necesitados y un gran amor a la Santísima Virgen.
Te pedimos su pronta Beatificación y Canonización y que por su intercesión, nos concedas el remedio de esta necesidad (se hace la petición).
Que todo sea para mayor Gloria tuya y de tu Hijo Jesús, que vive y reina contigo en la unidad del Espíritu Santo, por los siglos de los siglos. Amén.

Dio e Padre nostro, che ti degni di condividere con la tua Santità tutti i tuoi figli e in modo speciale, il Venerabile Servo di Dio Paolo de Anda Padilla, al quale hai concesso l'eroica pratica delle virtù, in particolare la carità nella sua grande sensibilità verso il povero e bisognoso e un grande amore per la Beata Vergine.
Ti chiediamo la sua pronta Beatificazione e Canonizzazione e che attraverso la sua intercessione, ci concedi il rimedio alla nostra necessità.
Che tutto sia per la tua più grande gloria e per il tuo Figlio, Gesù, che vive e regna con te nell'unità dello Spirito Santo, nei secoli dei secoli. Amen.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-04-30

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati