Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione G > Beato Giuseppe Maria Polo Rejón Condividi su Facebook Twitter

Beato Giuseppe Maria Polo Rejón Sacerdote e martire

6 agosto

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Monachil, Spagna, 28 febbraio 1890 - Arenas del Rey, Spagna, 6 agosto 1936

José María Polo Rejón nacque a Monachil, in Spagna, il 28 febbraio 1890. Studiò nel Seminario di San Cecilio di Granada, inizialmente come allievo esterno. Fu ordinato sacerdote il 21 dicembre 1918. Esercitò il ministero a Zujaira, Loja, Río Frío, Santa Cruz del Comercio, Domingo Pérez. Era parroco di Arenas del Rey quando iniziò a percepire l’atmosfera di aspra persecuzione connessa alla guerra civile spagnola. Alcuni amici lo incoraggiarono a partire per Granada, ma lui rifiutò, per rimanere nella sua parrocchia. Venne assassinato il 6 agosto 1936, mentre cercava rifugio nel recinto accanto alla casa parrocchiale. Fu inserito in un gruppo di sedici martiri della diocesi di Granada, beatificati nella cattedrale di Santa Maria dell’Incarnazione a Granada il 26 febbraio 2022, sotto il pontificato di papa Francesco. I suoi resti mortali riposano nel cimitero di Arenas del Rey, ma non è stato possibile identificarli.



José María Polo Rejón nacque a Monachil, in Spagna, il 28 febbraio 1890. Il padre era di La Zubia, mentre la madre di Cájar. Quando aveva tredici anni si trasferì con la famiglia a Granada e visse a Carrera del Darro, sotto la parrocchia di San Pietro.
Studiò nel Seminario di San Cecilio di Granada, inizialmente come allievo esterno. Fu ordinato sacerdote il 21 dicembre 1918. Fu coadiutore residenziale di Zujaira, poi di Santa Caterina a Loja, servendo anche la comunità di Río Frío. Fu parroco di Santa Cruz del Comercio e Domingo Pérez; infine, di Arenas del Rey, ma era anche al servizio di Játar.
Quanti lo conobbero apprezzarono la sua personalità umile e semplice, che si rifletteva anche nello stile di vita: abitava infatti in una piccola casa insieme a una sorella e alla sua anziana madre, Benita Rejón Medina.
Anche ad Arenas, però, si viveva l’atmosfera di aspra persecuzione connessa alla guerra civile spagnola. Ne sono prova le parole che don José Maria rivolse al sacrestano, nonché elettricista della città, giovane padre di tre bambini piccoli: «Smetti di venire in chiesa, José... se mi uccidono, almeno non se la prendano anche con te che sei un genitore e devi crescere i tuoi figli».
Il 6 agosto alcuni miliziani giunsero in città e rasero al suolo la chiesa, poi andarono alla ricerca del sacerdote. Lui cercò rifugio nel porcile accanto alla casa parrocchiale, ma lì venne scoperto e fucilato. Il suo cadavere (ma non è certo che fosse già morto) venne trascinato sulla porta della canonica.
I suoi amici lo avevano incoraggiato a partire per Granada nei giorni precedenti, accompagnandolo fino a dopo Agrón, ma lui aveva rifiutato, per rimanere nella sua parrocchia e accanto a sua madre: quest’ultima morì due giorni dopo, per il dolore. Al momento dell’omicidio, don José María aveva quarantasei anni.
I suoi resti si trovano nel cimitero di Arenas del Rey, ma non è stato possibile identificarli. La sua fama di martirio perdurò negli anni: dalla sua morte in poi, le processioni della parrocchia cambiarono percorso, passando per il luogo in cui era stato lasciato il suo corpo.
Don José María fu inserito nella causa che comprendeva altri tredici sacerdoti e due giovani laici (uno dei quali seminarista), tutti della diocesi di Granada, uccisi nel corso della persecuzione della guerra civile spagnola. La loro beatificazione si svolse nella cattedrale di Granada il 26 febbraio 2022, sotto il pontificato di papa Francesco.


Autore:
Emilia Flocchini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-02-25

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati