Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione E > Sant’ Edburga di Minster-in-Thanet Condividi su Facebook Twitter

Sant’ Edburga di Minster-in-Thanet Badessa

13 dicembre

† 751


Santa Edburga (conosciuta anche come Eadburga e Bugga) vissuta tra i secoli VII e VIII,  è stata una badessa di Minster-in-Thanet, che si trovava nell’omonimo villaggio nella contea inglese del Kent a ovest di Ramsgate  e a nord-est di Canterbury, poco a nord del fiume Stour, chiamato anche "antica capitale di Thanet".
Nell’elenco delle badesse figura al terzo posto dopo sant’Ermenburga e santa Mildred.
Sappiamo che apparteneva alla famiglia reale del Kent. Infatti, era una principessa, unica figlia di re Centwine del Wessex e della regina Engyth
Divenne monaca benedettina nel 716, sotto la guida della badessa Santa Mildred, che aveva deciso di abbracciare la vita religiosa, entrando nell'abbazia fondata attorno al 670 da sua madre, Santa Ermenburga. Divenuta monaca benedettina, nel 694, fu consacrata badessa da San Teoforo di Canterbury, succedendo alla propria madre.
Sant’Edburga era donna di elevata cultura per il tempo tanto che Santa Lioba di Tauberbischofsheim dice che da lei aveva imparato l’arte della poesia.
Fu un’abile amministratrice del monastero riuscendo ad ottenere durante il suo governo diverse licenze reali per l'abbazia e a far quindi costruire, nel 741, una nuova chiesa abbaziale, dedicata dall'Arcivescovo Cutberto, ai Santi Pietro e Paolo.  La chiesa divenne un santuario per le reliquie di Santa Mildred, che vi furono trasportate nel 746, fu meta di pellegrinaggio per i devoti della santa.
Sant’Edburga fu amica di San Bonifacio, vescovo di Magonza, con il quale ebbe lunghe corrispondenze.
Dall'analisi di questa corrispondenza, dei primi decenni del 700, emerge che Edburga scrisse al santo inviandogli 50 scellini d'oro e un panno d’altare per aiutarlo nella sua opera di evangelizzazione della Germania e della Frisia scusandosi per non essere in grado di inviargli più soldi.
Ci saranno delle altre occasioni per inviare in dono al santo anche dei libri e dei vestiti, che probabilmente incontrò anche durante un pellegrinaggio a Roma, che le scrisse per confortarla delle sue pene per l'avanzare dell'età.
Si ritiene che Sant’Edburga sia morta nell’anno 751. Le sue spoglie furono deposte nella chiesa che essa stessa aveva fatto costruire e che sarà distrutta dagli invasori danesi tra il nono e il decimo secolo.
Nel 1055 i suoi resti, assieme a quelli di Santa Mildred, furono trasportati a Canterbury, dove l'arcivescovo Lanfranco le depose nella chiesa di San Gregorio.
Sant’Edburga badessa è ricordata nel giorno della sua festa che ricorre il 13 dicembre.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-04-20

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati