Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Serva di Dio Catalina de Santo Tomás de Villanueva (Catalina Maura Pou) Condividi su Facebook Twitter

Serva di Dio Catalina de Santo Tomás de Villanueva (Catalina Maura Pou) Monaca agostiniana

.

Palma di Maiorca, Isole Baleari, Spagna,  4 novembre 1664 - 18 gennaio 1735 


Catalina Maura y Pou nacque il 4 settembre 1664 a Palma di Maiorca e sua madre morì di parto.
Era una bambina molto religiosa che a solo tre anni avuto alcune manifestazioni spirituali tra cui delle visioni della Vergine Maria.
Si racconta che Catalina “Con mistici spasmi da quando era bambina, le sono state attribuite azioni miracolose da quando aveva tre anni. Inoltre il suo motto era: Soffrire e amare, soffrire di più e amare di più" e vivere umiliata ciò che si sviluppa con una vita di mortificazione”.
Per evitare un matrimonio indesiderato, nel 1686 entrò nel convento delle monache agostiniane dell’Immacolata Concezione di Maiorca, prendendo il nome di Catalina de Santo Tomás de Villanueva, guidata da padre Sebastian Maura, che in quegli anni era nel convento dei mercedari di Palma.
Grazie al suo dono di discernimento, era stata consultata in ogni tipo di situazione e difficoltà, da molte persone del luogo.
Suor Catalina de Santo Tomás de Villanueva, anche in convento ha avuto diverse esperienze mistiche, tanto che qualche anno dopo, le sorelle promossero un’indagine nei suoi confronti perché erano molto scettiche sulle sue visioni mistiche e le sue estasi.
A conclusione dell’indagine nei confronti di suor Catalina non ci fu più alcun dubbio sulla veridicità delle sue esperienze, tanto che le sorelle da un atteggiamento di ammirazione passarono ad un atteggiamento di venerazione nei suoi confronti. Ben presto diventò la suora che sapeva confortare e consigliare le sorelle, tanto che le diedero l’appellativo di Angelo della Pace.
Suor Catalina de Santo Tomás de Villanueva fu l’artefice di una riforma della regola di sant’Agostino che prevedeva l’esercizio del voto di povertà in un modo molto rigoroso e l’attribuzione del nome di un santo con la professione religiosa eliminando il proprio cognome. Nella sua riforma introdusse la pratica frequente della comunione, l’austerità nel refettorio, la devozione per le cinque ferite di Gesù e la Passione di Cristo. Inoltre favorì la devozione al dogma dell’Immacolata e la conoscenza del Beato Ramón Llull.
In una delle sue esperienze mistiche suor Catalina de Santo Tomás de Villanueva ha ricevuto la comunione dello stesso Gesù Cristo, ed ebbe le apparizioni di Sant'Agostino di Ippona e del Beato Ramón Llull.Ramon Llull . Inoltre, le sue continue malattie la “consacrarono a una vita di martirio che visse in costante preghiera e digiuno”.
Suor Catalina scrisse anche delle poesie e alcune opere religiose. I suoi testi inediti sono conservati nell’archivio del monastero.
Morì in concetto di santità, il giorno 18 gennaio 1735 a Palma di Maiorca. 
Dopo la sua morte innumerevoli guarigioni le furono attribuite.
Nel 1933, i vescovi José Miralles e Matheu Colom avviarono l’iter del processo di Beatificazione e Canonizzazione di suor Catalina de Santo Tomás de Villanueva presentando nel 1936 la richiesta a Roma.
Anche se il giorno 12 aprile 1937 fu aperto il processo informativo, a causa della guerra civile, tale processo s’interruppe.
Su sollecitazione della comunità del monastero della Concezione di Palma di Maiorca, il 30 luglio 1991 fu emanato il decreto per la riapertura della causa per la Beatificazione e Canonizzazione di suor Catalina de Santo Tomás de Villanueva.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-07-01

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati