Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Mariano Giuseppe de IbargŁengoitia y Zuloaga Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Mariano Giuseppe de IbargŁengoitia y Zuloaga Sacerdote

.

Bilbao, Spagna, 8 settembre 1815 - 31 gennaio 1888

Sacerdote diocesano, Cofondatore dell’Istituto delle Serve di Gesù, Papa Francesco l'ha dichiarato Venerabile il 10 luglio 2020.



Mariano Giuseppe de Ibargüengoitia y Zuloaga nacque l’8 settembre 1815 a Bilbao (Spagna), in un’agiata famiglia dedita al commercio marittimo. Per la situazione politica in cui si trovava la Spagna, causata dalla prima guerra carlista e dalla conseguente politica anticlericale, il Servo di Dio non poté entrare nella Compagnia di Gesù che, in quel periodo, non accettava nuove vocazioni. Seguì, pertanto, i corsi di filosofia nel seminario di Bilbao, fra il 1831 e 1834, e quelli di teologia privatamente fino al 1839, poiché il governo liberale aveva chiuso i Seminari. Infine, andò a Roma a completare gli studi nel Seminario Romano e fu ordinato sacerdote il 18 aprile 1840.
Ritornato a Bilbao, esercitò il ministero sacerdotale come coadiutore della parrocchia di Sant’Antonio della quale, nel 1858, venne nominato parroco. Nel 1873 fu trasferito a Bilbao come parroco della basilica di San Giacomo.
Come parroco, nonostante il contesto socio-politico di anticlericalismo, si impegnò nell’ascolto prolungato delle confessioni, nella catechesi, e nella formazione dei sacerdoti, nella predicazione degli Esercizi Spirituali e, insieme ad altri confratelli, svolse delle missioni parrocchiali nella città. Visitava gli infermi, i carcerati, le famiglie povere e svolse altre opere di misericordia e carità cristiana.
Fu promotore della prima comunione dei bambini, introdusse il mese di Maria in Bilbao, propagò il Culto Eucaristico della misericordia, fu patrono dell’Arciconfraternita del Purissimo Cuore di Maria per la conversione dei peccatori, della Congregazione di San Luigi per la gioventù, delle Conferenze di San Vincenzo de Paoli in aiuto dei bisognosi e dell’Associazione delle Madri Cattoliche sotto il patrocinio di Santa Monica. Esercitò anche il servizio di visitatore e confessore di vari monasteri di monache di clausura.
Nel 1857, diede il suo apporto alla fondazione in Bilbao delle Religiose di Nostra Signora del Rifugio, per la riabilitazione delle prostitute. Nel 1859, si prodigò per la venuta in città delle Religiose della Croce, a beneficio dell’istruzione delle orfane povere.
Nel 1862, ricevette da Papa Pio IX il titolo di missionario apostolico. Predicatore instancabile di missioni al popolo e di esercizi spirituali al clero, raccolse tale esperienza nel volume “Ejercicios Espirituales para Sacerdotes” nel quale adattò gli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio di Loyola alla spiritualità del presbitero diocesano.
Nel 1871 promosse la fondazione dei collegi delle Carmelitane della Carità a Zumaya e a Deusto. Nello stesso anno, collaborò con Santa María Josefa del Corazón de Jesús Sancho de Guerra alla fondazione dell’Istituto delle Religiose Serve di Gesù. Accompagnò la Fondatrice e il primo gruppo di suore con la direzione spirituale. Delineò il carisma dell’Istituto e le prime Costituzioni tanto da esserne considerato Cofondatore. Morì a Bilbao il 31 gennaio 1888.
Nutrì la virtù della fede con un’intensa vita di preghiera, con al centro l’Eucaristia, celebrata ed adorata, e la devozione alla Madonna. Era una grande anima di preghiera. Amava ripetere: “Il pensiero della morte era più dolce del nido d'ape". Visse la virtù della speranza, confidando in Dio nell’affrontare le situazioni difficili e rischiose in campo apostolico e caritativo, come pellegrino e straniero nella terra, con lo sguardo al cielo. La speranza era rafforzata dal dono del timore di Dio. La virtù della carità verso Dio e verso il prossimo fu attuata dal Servo di Dio nella promozione di associazioni e atti di culto, nella cura dei sacerdoti e delle comunità religiose, nelle molteplici opere di apostolato, nella ricerca del bene dei più poveri e in una carità universale senza favoritismi o discriminazioni, cercando per il prossimo soprattutto i beni soprannaturali e generando diverse fondazioni per i bambini, i giovani, in campo educativo e pastorale.


Fonte:
www.causesanti.va

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-07-12

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità