Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Chiese Orientali Ortodosse > Sant' Alessandra Fedorovna Romanov Condividi su Facebook Twitter

Sant' Alessandra Fedorovna Romanov Zarina di Tutte le Russie

17 luglio (Chiese Orientali)

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Darmstadt, Germania, 6 giugno 1872 Ekaterinburg, Russia, 17 luglio 1918

La principessa Vittoria Alice Elena Luisa Beatrice d’Assia-Darmstadt, figlia di Ludovico IV Granduca d’Assia e di Alice Maud Maria di Gran Bretagna, visse la sua infanzia circondata dal profondo misticismo dei propri parenti, per la morte della madre e di alcuni fratelli. Trascorse gran parte della sua adolescenza presso i palazzi della nonna, la regina Vittoria, dove ricevette un'educazione completa. Durante un viaggio in Russia per il fidanzamento della sorella Elisabetta con il granduca Sergio di Russia, incontrò il suo futuro marito, lo zarevič Nicola Aleksandrovic. Si sposarono il 26 novembre 1894. Fu da subito disprezzata dal popolo russo, per la sua austerità e alterigia, ma anche dalla nobiltà di San Pietroburgo: non amava i balli, le feste e tantomeno tenere circolo. Dal matrimonio nacuqero quattro figlie e l’erede al trono, Alessio. Quest’ultimo, malato di emofilia, fu affidato dalla madre al santone Rasputin, che iniziò ad esercitare una sempre maggiore influenza a corte. Durante la prima guerra mondiale, mentre il marito era al fronte per tirare su il morale all'esercito, lei gestì il governo, esautorando ministri a suo piacere ma soprattutto quelli contrari all’amico Rasputin. Con l’insorgere della rivoluzione, la famiglia imperiale fu esiliata ed infine trucidata. Solo nel 1990 i loro corpi furono ritrovati, identificati con l'esame del DNA e sepolti nella cattedrale dei Santi Pietro e Paolo in San Pietroburgo. Per l'identificazione del corpo straziato dell'imperatrice Alessandra, venne utilizzata la tecnica del DNA mitocondriale: il suo patrimonio genetico venne confrontato con quello del marito della regina Elisabetta II, il principe Filippo di Edimburgo, pronipote della zarina. La canonizzazione della famiglia imperiale, non quali veri e propri martiri, bensì annoverati tra “coloro che subirono la Passione”, è avvenuta il 19 ottobre 1981 ad opera della Chiesa Ortodossa Russa all’Estero ed infine il 15 agosto 2000 da parte del Patriarcato di Mosca.



______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-07-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati