Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Marie Madeleine de Bengyd’Houët Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Marie Madeleine de Bengyd’Houët Fondatrice

.

Châteauroux, Francia, 21 settembre 1781 - Parigi, Francia, 5 aprile 1858


Quando Marie Madeleine diede vita alla Congregazione delle Fedeli Compagne di Gesù aveva trentotto anni, era alla metà esatta della sua vita. Fu prima una donna che visse in famiglia, giovane madre vedova, poi si consacrò al Signore divenendo suora fondatrice. Affrontò tutte le prove della sua esistenza con coraggio e piena fiducia in Dio, anche nei momenti di sconforto che fu pure spirituale.
Marie Madeleine Victoire de Bengynacque il 21 Settembre 1781 a Châteauroux, in Francia, in una famiglia distinta del Berry che vantava esponenti distinti in cariche pubbliche e anche ecclesiastiche. Suo fratello Etienne morì che Marie Madeleine aveva solo un anno. Nacquero poi Claude, Angèle e infine Philippe quando lei era quattordicenne.Sua madre, donna saggia e coraggiosa, dovette affrontare la prigionia del marito durante la Rivoluzione francese e con la famiglia si rifugiò in un cascinale pressoPouplin. Una volta libero il padre, si trasferirono tutti a Issoudun e la giovane, in famiglia chiamata Victorie, diciottenne, insieme a un’amica cominciò a far visita agli ammalati dell’Ospizio di San Roch. Come era consuetudine, il suo matrimonio fu stabilito in famiglia, con un bravo ragazzo, Joseph de Bonnault d’Houët, efu un matrimonio felice. Si sposarono nella Cattedrale di Bourges il 21 Agosto 1804, i due giovani avevano in comune una fede profonda. Insieme visitavano gli ammalati, in più Joseph si dedicava ai carcerati e fu proprio in carcere che contrasse il tifo. Dopo sei mesi di malattia morì, il funerale fu celebrato nella Cattedrale dove si erano sposati. Victoire, sconvolta dal dolore, era all’ottavo mese di gravidanza.Il 23 settembre 1805 nacque Eugène, poi Victoire pian piano riprese le attività sociali, comprese le opere di beneficienza. Si dedicò all’educazione del figlio e dopo qualche tempo pensò pure di risposarsi. Alternava i soggiorni a Parassy dove era assai benvoluta. Per i poveri si fece catechista, coadiuvando le Figlie della Carità. A un certo punto si ammalò, ma guarì e giunse il pensiero che Dio le chiedeva qualcosa in più. Contraria a ogni forma di pietà esteriore, la preghiera, sempre più intensa, divenne desiderio di fare in ogni circostanza la volontà di Dio.
Nel 1814 il Vescovo di Amiens invitò i Gesuiti ad aprire una scuola nell’abbazia di St. Acheul e Victoire decise di mandarvia studiare Eugène.L’anno seguente ospitò a Parassyil gesuita Joseph Varin, un ex soldato, ricercato a causa del clima anticlericale vigente. Rimase con lei per cinque mesi, durante i quali la donna ebbe modo di conoscere bene la spiritualità ignaziana.
Nel 1817, nella solennità della Trinità, assorta in preghiera prima della Messa, sentì che Dio desiderava che facesse voto di castità. Il 9 dicembre successivo fece il voto e tutte le sue paure svanirono. Lo ricordò sempre come uno dei giorni più belli della sua vita. Nei mesi a venire sentì d’essere chiamata a lavorare per la salvezza delle anime. Il 13 giugno dell’anno seguente, nella festa del Sacro Cuore, udì da un crocifisso le parole: “Ho sete”. Si inginocchiò offrendosi di fare tutto quello che Gesù le avrebbe chiesto. Sentì d’essere chiamata a fondare una Congregazione di suore. Padre Varincercò di convincerla ad entrare nella Società del Sacro Cuore e si stabilì un contatto con la fondatrice, santa Sophie Barat, ma non era la sua strada. Un giorno ebbe un’ispirazione: “Il mio nome è Madeleine; desidero essere come la mia santa patrona che amò così sinceramente Gesù suo Maestro che lo servì nelle sue necessità, e lo seguì nei suoi viaggi e nelle sue imprese fino ai piedi della Croce. Lei e le pie donne non lo lasciarono, come gli Apostoli, nel momento del bisogno, e durante tutta la sua vita pubblica dimostrarono di essere le sue fedeli compagne. Voglio un gruppo di donne religiose che, con me, portino il nome di Fedeli Compagne di Gesù”. Finalmente il confessore la sostenne.
Il 30 Marzo 1820, Giovedì Santo, mentre era inginocchiata davanti all’altare della reposizione, si offrì per essere la “fedele compagna” di Gesù. Non si stancò mai, negli anni a venire, di ricordare alle sue sorelle che fu la sera di un Giovedì Santo, tra il Cenacolo ed il Calvario, che aveva avuto inizio la loro Società.Sin dai primi tempi, ad Amiens, le Fedeli Compagne di Gesù si occuparono di bambini poveri, in alcuni casi sfruttati nelle fabbriche tessili. Si davano loro lezioni di lettura, di aritmetica e di catechismo. Si cercava inoltre di aiutare le famiglie. Intanto le Fedeli Compagne crebbero di numero e così le autorità cittadine ottennero per loro, dal Ministero della Guerra, un edificio abbandonato.In quegli anni il figlio Eugène terminò i suoi studi e scelse di seguire la professione forense, si sarebbe poi sposato ed avrebbe avuto dei figli.
Marie Madeleine viaggiò molto e diede vita a numerose comunità in diocesi francesi, in Italia (a Torino), in Inghilterra,Svizzera e Irlanda. Andò a Roma due volte, nel 1826 e nel 1837, per l’approvazione papale della sua opera. Incontrò Leone XII e Gregorio XVI.
Morì in concetto di santità a Parigi il 5 Aprile 1858, Lunedì di Pasqua, circondata dall’amore delle sue suore. Fu sepolta nel cimitero vicino all’orfanatrofio che aveva fondato a Gentilly. Nel 1904, a causa dell’anticlericalismo imperante in Francia, il suo corpo fu portato in Inghilterra nel convento di Upton Hall (Birkenhead).Nel 1980 fu traslato nella cappella del Convento Stella Maris di Broadstairs.Finalmente, nel mese settembre 2012, le spoglie mortali tornarono in Francia, nella Chiesa di San Domenico a Parigi, nei luoghi in cui era vissuta. Nel 1916Benedetto XV introdusse la Causa di beatificazione,nel 1970 da san Paolo VI fu dichiarata Venerabile.
Dopo la sua morte furono fondate altre comunità di Fedeli Compagne di Gesù: in Australia, Canada, Scozia, Belgio e in USA; successivamente in Sierra Leone, Indonesia, Filippine, Argentina, Bolivia, Romania, Messico e Myanmar.


Autore:
Daniele Bolognini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-08-29

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità