Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione P > Beato Primitivo di Villamazar (Lucinio Fontanil) Condividi su Facebook Twitter

Beato Primitivo di Villamazar (Lucinio Fontanil) Fratello laico cappuccino, martire

19 maggio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Villamizar, León, Spagna, 12 febbraio 1884 – Madrid, Spagna, 19 maggio 1937


Lucinio Fontanil nacque il 12 febbraio 1884 a Villamizar (León, Spagna).
A trent’anni decise di entrare tra i padri Cappuccini, indossò l'abito francescano nel 1914, prendendo nome di Primitivo di Villamizar. L’anno successivo nel 1915 fece la professione religiosa come fratello laico.
Fra Primitivo era nella comunità della casa di El Pardo a Madrid, quando scoppiò la rivoluzione popolare.
Nel 1936, durante le ostilità i religiosi si credevano sufficientemente al sicuro, anche quando, il 20 luglio hanno sentito il cannone che distruggeva El Cuartel de la Montaña, e le fiamme hanno invaso Madrid.
Purtroppo, il giorno dopo, il 21 luglio, centinaia di miliziani attaccarono il convento dei padri Cappuccini sparando all’ora di pranzo a tutte le finestre dell’edificio, quando a quell’ora c'erano quasi a duecento persone nel convento. Da quel momento per i cappuccini iniziò il loro lungo calvario.
I miliziani volevano impiccarli agli alberi vicini; ma gli è stato impedito di farlo.
Dopo un primo arresto, fra Primitivo fu rilasciato e trovò rifugio presso un nipote. In quel periodo visse pace per alcuni mesi.
Il 19 maggio 1937 fra Primitivo, riconosciuto come uno dei religiosi di El Pardo, fu arrestato a Madrid. Fra Primitivo di Villamizar è stato fucilato, non sappiamo se lo stesso giorno o il giorno successivo. Fra Primitivo di Villamizar è stato una delle ultime vittime di questo periodo crudele.
Fra Primitivo di Villamazar (Lucinio Fontanil) è stato beatificato nella celebrazione presieduta dal Cardinale Angelo Amato, in rappresentanza di Papa Francesco, il 13 ottobre 2013 a Tarragona, nella regione spagnola della Catalogna, nel gruppo dei 522 martiri uccisi in odio alla fede durante la guerra civile spagnola.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2021-07-28

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati