Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione C > Beato Corrado di Sellenburen Condividi su Facebook Twitter

Beato Corrado di Sellenburen Monaco e martire

2 maggio

Sellenbüren, Svizzera, 1170 c. - Sellenbüren, Svizzera, 1125

Ultimo discendente della famiglia nobile di Sellenbüren in Svizzera. La tradizione ci riporta che durante una battuta di caccia udì un coro di voci angeliche tra le vette, che gli chiedevano di costruire un monastero. Nel 1125 è stato ucciso da un uomo che aveva delle pretese su una parte dei beni dell’abbazia.



Il beato Corradino di Sellenbüren, fondatore del monastero di Engelberg era un monaco vissuto tra i secoli XII e XII.
Era nato intorno all’anno 1170, nel castello della famiglia nobile di Sellenbüren o Seldenbüren nelle vicinanze di Birmenstorf, un comune svizzero nel Canton Argovia nel distretto di Baden.
Probabilmente essendo l’ultimo discendente della famiglia, alla morte dei propri genitori decise di utilizzare parte della sua eredità per far costruire un monastero, tra le selve nel cuore delle Alpi, ai piedi del Titlis, chiamato Engelberg o monte degli angeli.
La tradizione narra che il barone Corrado di Sellenbüren, durante una battuta di caccia udì un coro di voci angeliche tra le vette, che gli chiedevano di costruire un monastero.
Il primo abate dell’abbazia (che diventerà benedettina nel Seicento) fu Sant’Adelelmo o Adelmo, proveniente con alcuni religiosi dal monastero San Biagio di Hirsau.
Il giorno 1 aprile 1120, il vescovo Uldarico di Costanza consacrò la chiesa del monastero e la fondazione venne confermata da Callisto II, a cui concesse vari privilegi nel 1124.
Gli abati di Engelberg divennero soggetti solo alla Santa Sede ed ebbero una giurisdizione di rango quasi episcopale sul villaggio che si sviluppò intorno all’abbazia e col tempo la loro giurisdizione si espanse a tutta la valle e oltre come previsto dalla bolla di papa Gregorio IX che confermò lo status di “Abbatia Nullius Dioecesis” nel 1236.
Il beato Corrado, non solo fondò il monastero, ma decise di entrare nella comunità come fratello laico, e dove viene ricordato con le parole “specchio di umiltà e d’obbedienza”.
Nel 1125, il beato Corradino è stato ucciso da un uomo che aveva delle pretese su una parte dei beni dell’abbazia.
Il corpo del beato Corradino, fu portato e sepolto nella Chiesa degli Angeli. Sulla sua tomba iniziarono a fiorire numerosi miracoli, tanto che nel 1611 si ebbe l’elevazione delle sue reliquie e furono traslate nel 1644, in uno degli altari della chiesa del monastero.
La festa per il beato Corradino di Engelberg si celebra localmente nel giorno 2 maggio.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-04-01

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità