Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione N > Beato Nicolas Barrè Condividi su Facebook Twitter

Beato Nicolas Barrè Religioso, fondatore

31 maggio

Amiens (Francia), 21 ottobre 1621 – Parigi, 31 maggio 1686

Il beato Nicolas Barrè nacque il 21 ottobre 1621 ad Amiens in Francia. Dopo gli studi nel Liceo della diocesi di Amiens retto dai Gesuiti, decise di entrare fra i religiosi Minimi, l'Ordine fondato in Italia da san Francesco da Paola (1416-1507). Nel 1640 fu accolto nel noviziato di Parigi, dove fu ordinato sacerdote nel 1645. Svolse il suo apostolato fra Parigi, Amiens e Rouen, apprezzato professore di teologia ed esperto bibliotecario della celebre biblioteca, che i Minimi avevano nel loro convento di Place Royale a Parigi. Dopo aver avuto modo di conoscere la situazione delle famiglie operaie con la collaborazione di due giovani donne Francesca Duval e Margherita Lestocq, organizzò una missione a Sotteville, alla periferia di Rouen, radunando molte ragazze per istruirle e fare della catechesi. Sorsero così le «Maestre di Carità» che insegnavano nelle «Scuole di Carità». Le Maestre, formanti due grosse comunità, facenti capo a Rouen e a Parigi, col tempo divennero sempre più autonome e dopo la morte del fondatore, il 31 maggio 1686, diedero vita a due Congregazioni. (Avvenire)

Martirologio Romano: A Parigi in Francia, beato Nicola Barré, sacerdote, che, docente di teologia e celebre educatore di anime nello spirito del Vangelo, istituì ovunque in Francia le Scuole Cristiane e della Carità e le Suore Maestre di Gesù Bambino per impartire istruzione gratuita ai figli del popolo.


“Egli ha testimoniato eroicamente la spiritualità penitenziale del suo Ordine, vivendone armonicamente tutte le componenti: preghiera, ascesi, opere di carità”; così si esprimeva in occasione della beatificazione di padre Nicolas Barré, il Generale dei Minimi, padre Giuseppe Fiorini Morosini.
Primo figlio di una coppia di commercianti, Nicolas Barré nacque il 21 ottobre 1621 ad Amiens in Francia; la famiglia s’ingrandì poi con la nascita di altre quattro sorelle.
Il suo tempo, il XVII secolo, fu pervaso in Francia da un fervore di straordinario rinnovamento spirituale; padre Pierre de Berulle introdusse il Carmelo nel 1611; nel 1622 morì s. Francesco di Sales ma l’Ordine della Visitazione da lui avviato, si estese rapidamente con molti monasteri; s. Vincenzo de’ Paoli fondò nel 1625 i Preti della Missione e nel 1633 le Figlie della Carità; s. Giovanni Eudes darà vita alla Congregazione di Gesù e Maria.
I Seminari per i sacerdoti si moltiplicavano e missionari cattolici andavano ad evangelizzare il Canada, l’America del Nord e l’Asia, grazie alla nuova Società delle Missioni Estere di Parigi.
Dopo gli studi nel Liceo della Diocesi di Amiens retto dai Gesuiti, decise di entrare fra i religiosi Minimi, l’Ordine fondato in Italia da s. Francesco da Paola (1416-1507), che nel 1635 era molto diffuso in Francia con ben 156 conventi.
Nicolas era attratto dalla penitenza evangelica, anzi di una “maggiore penitenza”, sull’esempio del grande eremita pentente calabrese e dalla spiritualità francescana dell’Ordine.
Nel 1640 fu accolto nel noviziato di Parigi, dove fu ordinato sacerdote nel 1645. Svolse il suo apostolato fra Parigi, Amiens e Rouen, apprezzato professore di teologia ed esperto bibliotecario della celebre biblioteca, che i Minimi avevano nel loro convento di Place Royale a Parigi; esperto direttore di anime, era ricercatissimo per consigli e guida spirituale.
A 38 anni nel 1659 era nel convento di Rouen, dove oltre ad essere impegnato nella predicazione e confessioni, partecipò anche alle Missioni parrocchiali, avendo così l’opportunità di conoscere le condizioni di vita delle famiglie povere e di quelle in cui qualcuno dei membri, lavorava nelle locali fabbriche di tessuti o maioliche.
Così poté constatare che i figli delle famiglie povere, in quell’epoca non frequentavano la scuola, in particolare le ragazze; allora padre Nicolas Barré decise di fare qualcosa e giacché per i ragazzi già esisteva a Rouen qualche iniziativa, cominciò con le fanciulle.
Con la collaborazione di due giovani donne Francesca Duval e Margherita Lestocq, organizzò una missione a Sotteville, alla periferia di Rouen, radunando in un anno molte ragazze per istruirle e catechizzarle, con il contatto con le famiglie che ne derivò, anche le madri furono invitate a partecipare ad un percorso di formazione cristiana.
Con l’aiuto di persone agiate furono aperte nella città diverse scuole e alcune nubili si proposero per fare insegnamento. Sorsero così le “Maestre di Carità” che insegnavano nelle “Scuole di Carità”, con delle “Massime di condotta per le maestre” dettate da padre Nicolas Barré, il quale volle che fossero libere da vincoli religiosi tipici delle suore e che vivessero in povertà, per stare più unite e comprensive alle fanciulle povere del popolo.
Nonostante le difficoltà, sorte proprio nel vivere in povertà, le ‘Scuole di Carità’ si moltiplicarono a Rouen e la loro fama si estese fuori dai confini della diocesi; così pure le “Maestre di Carità” vennero richieste in tante città della Francia compreso Parigi.
Da padre Barré vennero per consiglio anche il futuro beato Nicolas Roland (1642-1678) di Reims, il futuro santo Giovanni Battista de La Salle (1651-1719) e Carlo Demia di Lione, tutti poi fondatori di Ordini religiosi, di Scuole e soprattutto di sistemi scolastici, aperti in altre regioni della Francia, ispirati all’esperienza delle “Scuole di Carità” di padre Barré.
Padre Nicolas Barré si venne così a trovare, primo di una triade di grandi educatori, al centro di tutto il movimento suscitato nella Francia del XVII secolo, per l’educazione cristiana dei fanciulli.
Nel 1675 egli venne nominato dai superiori professore di teologia e confessore a Parigi, dove ben presto le sue Scuole ebbero uno sviluppo notevole, fungendo da trampolino di lancio per il diffondersi dell’esperienza scolastica e per l’affluire delle ‘Maestre di Carità’, che inizialmente erano Terziarie Minime; laiche impegnate nell’apostolato, anche se con una forma di vita comune, antesignane dei moderni Istituti Secolari.
Le Maestre, formanti due grosse comunità, facenti capo a Rouen e a Parigi, col tempo divennero sempre più autonome e dopo la morte del fondatore, avvenuta il 31 maggio 1686 nel convento dei Minimi di Place Royale di Parigi, pian piano finirono per accettare i voti religiosi.
Si formeranno così due Congregazioni: Le ‘Suore del Bambino Gesù o di S. Mauro” a Parigi e le “Suore del Bambino Gesù - Provvidenza” di Rouen, oggi federate, nella quale potranno essere raggiunte dalle “Suore della Provvidenza” di Lisieux.
Padre Nicolas Barré è stato proclamato Beato il 7 marzo 1999 da papa Giovanni Paolo II nella Basilica di S. Pietro in Vaticano; la sua celebrazione liturgica è il 31 maggio.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2005-03-14

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati