Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione R > Beato Rodolfo di Berna Condividi su Facebook Twitter

Beato Rodolfo di Berna Martire

Festa: 17 aprile

1294

La tragica vicenda di Rodolfo di Berna, un fanciullo cristiano ucciso nel 1294 da alcuni membri della comunità ebraica in una macabra parodia della Passione di Cristo, ha acceso un acceso dibattito storico e religioso che dura ancora oggi. La sua morte, seppur avvolta nel mistero e non priva di dubbi sulla sua veridicità, ha avuto un impatto significativo sulla città di Berna, trasformandolo in un martire venerato e poi dimenticato. La sua sepoltura nella chiesa madre, la costruzione di un altare a lui dedicato e la successiva distruzione delle sue reliquie durante la Riforma calvinista raccontano una storia di devozione popolare, di accesa polemica religiosa e di memoria incerta. Ancora oggi, la figura di Rodolfo rimane enigmatica, un simbolo controverso di un'epoca di tensioni e pregiudizi.

Etimologia: Rodolfo = lupo glorioso, dall'antico tedesco

Emblema: Palma


La Berner Chronik ci informa che nell´anno 1294 un ignobile delitto fu perpetrato a Berna da alcuni membri della comunità ebraica, i quali attirarono in una cava un fanciullo cristiano e, per parodiare la passione di Cristo, lo crocifissero lasciandolo morire sulla croce. Anche se tenuto nascosto dai suo autori, il crimine fu ben presto scoperto (da un punto di vista critico si debe rilevare che la responsabilità degli ebrei nella morte di Rodolfo è tutt´altro che provata. L´attribuzione ad essi del delitto fu dovuta sicuramente alla calunnia di infanticidi rituali largamente diffusa contro di loro)

Considerato come martire da parte del Consiglio della città e dal clero locale, il fanciullo fu sepolto con grande onore nella chiesa madre di Berna, vicino all´altare della Santa Croce. In seguito quest´altare fu dal popolo chiamato “altare di San Rodolfo”.

Nel 1485 la chiesa fu demolita, venne poi ricostruita piú ampia e bella. Il corpo del presunto martire fu allora sistemato in una cassa ed esposto alla venerazione dei fedeli sull´altare della Santa Croce. Nel 1528, i calvinisti saccheggiarono la chiesa e distrussero l´altare; le reliquie di Rodolfo, tratte fuori dalla cassa, furono sotterrate senza alcun rispetto e non furono più trovate.

Non si è avuta alcuna approvazione di culto per questo beato e il suo nome non compare nel Martirologio Romano. Un Ufficio in suo onore era stato inserito nel Proprio di Basilea, ma nel 1908 è stato radiato.


Autore:
Fr. Rodolfo Bianciotti

______________________________
Aggiunto/modificato il 2002-04-29

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati