Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione A > Sant' Armentario di Pavia Condividi su Facebook Twitter

Sant' Armentario di Pavia Vescovo

Festa: 30 gennaio

† 731

Succedette al vescovo di Pavia Gregorio e resse quella Chiesa tra il 710 ed il 722 circa. Lottò per difendere dalle pretese della Metropolia di Milano la diretta dipendenza di Pavia dalla Sede Apostolica. È ricordato per aver accolto le spoglie di S. Agostino giunte dalla Sardegna per volontà del re Liutprando, e per aver consacrato al grande santo un altare della basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro.  Morì nel 731. La sua tomba fu meta di numerosi pellegrinaggi, grazie alla fama di potente intercessore attribuitagli dal popolo dopo la morte. Le reliquie si venerano attualmente nella Cattedrale di Pavia.

Martirologio Romano: A Pavia, sant’Armentario, vescovo, che depose solennemente nella basilica di San Pietro in Ciel d’Oro il corpo di sant’Agostino, ivi traslato dal re Liutprando.


Sant'Armentario, vescovo di Pavia, è un santo poco conosciuto, ma la sua figura è significativa per la storia della diocesi pavese e per la diffusione del culto di Sant'Agostino in Italia.
Le notizie sulla sua vita sono scarse e frammentarie. Si sa che nacque nel VII secolo e che fu eletto vescovo di Pavia nel 710, succedendo al vescovo Gregorio. Durante il suo episcopato, si distinse per la sua difesa della diretta dipendenza della diocesi pavese dalla Sede Apostolica, contro le pretese dell'arcidiocesi di Milano.
Armentario è soprattutto ricordato per aver accolto le spoglie di Sant'Agostino, giunte a Pavia nel 722 per volontà del re longobardo Liutprando. Le reliquie del grande santo furono solennemente deposte nella basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, appositamente edificata per ospitarle. Armentario consacrò al santo un altare nella basilica, che divenne un importante centro di culto agostino.
Armentario morì nel 731. La sua tomba fu meta di numerosi pellegrinaggi, grazie alla fama di potente intercessore che gli era attribuita dal popolo. Le sue reliquie si venerano attualmente nella cattedrale di Pavia.

La figura di Sant'Armentario
E' una figura importante per la storia della diocesi di Pavia e per la diffusione del culto di Sant'Agostino in Italia. La sua difesa della diretta dipendenza della diocesi pavese dalla Sede Apostolica è un segno della sua fedeltà alla Chiesa universale. L'accoglienza delle spoglie di Sant'Agostino è un gesto significativo per la storia della Chiesa in Italia, che testimonia la devozione di Armentario al grande santo e il suo desiderio di diffondere il suo messaggio.
Sant'Armentario è un esempio di pastore fedele alla Chiesa e alla sua missione. La sua testimonianza è un invito a tutti i cristiani a vivere la loro fede con passione e impegno.

PREGHIERA
O Sant'Armentario, vescovo di Pavia,
che hai difeso la Chiesa dalla divisione,
e hai accolto con devozione le spoglie di Sant'Agostino,
intercedi per noi presso il Signore.
Donaci la grazia di essere fedeli alla Chiesa,
di vivere la nostra fede con passione,
e di diffondere il messaggio di Cristo. Amen.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-01-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati