Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione E > Beato Ermanno di Marienstatt Condividi su Facebook

Beato Ermanno di Marienstatt Abate cistercense

Festa: 31 maggio

XII-XIII sec.

Era nato intorno all’anno 1150, in una nobile famiglia della Renania. Dopo essere stato canonico della chiesa di San Cassio a Bonn e decano in quella dei santi Apostoli a Colonia, verso il 1175, decise di farsi monaco ed entrare nell’abbazia cistercense di Himmerod. Dopo aver fondato il monastero di San Pietro di Stromberg, intorno all’anno 1195 divenne l’abate di Himmerod. Nel 1212 fu il primo abate del monastero di Marienstatt, dove dovette superare numerose difficoltà per l’insediamento della nuova abbazia. Secondo una leggenda, l'abate ebbe in sogno un cespuglio di biancospino che fioriva in inverno, sul luogo dove per la costruzione dell’edificio. Nel 1233 ritornò a Himmerod come semplice monaco e dove morì alcuni anni dopo in concetto di santità.



Ermanno vide la luce intorno al 1150, immerso nell'agiatezza e nel prestigio di una nobile famiglia renana. La sua giovinezza, tuttavia, fu segnata da una profonda inclinazione verso la vita spirituale. Attratto dai valori di semplicità e rigore che caratterizzavano l'ordine cistercense, decise di abbracciare la vocazione monastica, lasciando alle spalle il comfort e le aspettative del suo lignaggio.
Entrato nell'abbazia di Himmerod, Ermanno si distinse per la sua devozione e il suo acume intellettuale. La sua fama crebbe rapidamente, tanto da essere nominato canonico della chiesa di San Cassio a Bonn e, successivamente, decano della chiesa dei Santi Apostoli a Colonia. Nonostante i prestigiosi incarichi ricoperti, il richiamo alla vita monastica rimase forte nel suo cuore.
Intorno al 1195, Ermanno tornò a Himmerod, assumendo la carica di abate. Sotto la sua guida illuminata, l'abbazia prosperò, divenendo un centro di cultura e spiritualità rinomato in tutta la regione. Tuttavia, il desiderio di Ermanno non si esaurì qui. Nel suo animo ardeva il sogno di fondare un nuovo monastero, un luogo di preghiera e di lavoro dove la luce della fede potesse risplendere ancora più intensamente.
Nel 1212, Ermanno vide finalmente esaudito il suo desiderio con la fondazione dell'abbazia di Marienstatt nella valle del Nister. L'impresa non fu priva di difficoltà. La zona era selvaggia e inospitale, e la costruzione del monastero richiese enormi sforzi e sacrifici. Secondo una leggenda, l'abate ebbe in sogno una visione profetica: un cespuglio di biancospino fioriva in pieno inverno, indicando il luogo ideale per la nuova abbazia.
Ermanno affrontò ogni ostacolo con tenacia e fede incrollabile, guidando i suoi confratelli nella costruzione di un gioiello di spiritualità cistercense. Marienstatt divenne rapidamente un faro di luce nella regione, attirando fedeli e pellegrini da ogni dove.
Nel 1233, dopo aver consolidato il successo di Marienstatt, Ermanno prese la difficile decisione di tornare ad Himmerod come semplice monaco. Desiderava dedicare gli ultimi anni della sua vita alla preghiera e alla contemplazione, lontano dagli onori e dalle responsabilità di abate.
A Himmerod, Ermanno si distinse per la sua umiltà e saggezza, diventando una figura di riferimento e ispirazione per tutta la comunità monastica. La sua fama di santità si diffuse rapidamente, attirando a lui numerosi devoti che cercavano il suo consiglio e la sua benedizione.
Ermanno si spense ad Himmerod alcuni anni dopo il suo ritorno, circondato dall'affetto e dalla stima dei suoi confratelli. La sua morte fu segnata da un'aura di santità, che rafforzò ulteriormente la sua venerazione tra i fedeli.
Ancora oggi, il Beato Ermanno è ricordato e celebrato dai cistercensi come un esempio luminoso di fede, umiltà e tenacia. La sua festa liturgica si celebra il 31 maggio, giorno in cui la comunità di Marienstatt si riunisce per commemorare il suo straordinario abate e per trarre ispirazione dalla sua vita esemplare.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-05-07

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati