Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione D > San David di Menevia (del Galles) Condividi su Facebook Twitter

San David di Menevia (del Galles) Vescovo

1 marzo

Menevia, Galles, 542 c. - Mynyw, Galles, 601 c.

Visse nel secolo VI e sarebbe morto nel 601; sebbene sia citato in documenti dei secoli VIII - X, una sua biografia fu scritta solo nel secolo XI da un certo Rhygyfarch. David era figlio di Sant e Nonna e nacque nella valle di Rhos; fu educato ed istruito da sant'Iltut e poi da Paolino; venne ordinato sacerdote e si ritirò in un'isola solitaria dove stette per dieci anni, dedito allo studio della Sacra Scrittura. In seguito abbracciò la vita monastica e prese ad evangelizzare la Britannia, abitata ancora da popolazioni celtiche; fondò dodici monasteri, nei quali instaurò una vita comunitaria, austera, densa di studio, lavoro e preghiera. Ritornato in patria succedette a san Dubricio come vescovo di Caerlon, da dove poi si trasferì alla sede di Menevia. Secondo una tradizione leggendaria sarebbe vissuto per 147 anni. Il suo sepolcro divenne presto una meta di pellegrinaggi ed a lui furono intestate molte chiese nel Galles, nell'Irlanda e Inghilterra.

Patronato: Galles

Emblema: Mitra, Pastorale, Colomba, Modellino

Martirologio Romano: A Saint David in Galles, san Davide, vescovo, che, imitando il modello e i costumi dei Padri d’Oriente, fonḍ un monastero, dal quale partirono moltissimi monaci ad evangelizzare il Galles, l’Irlanda, la Cornovaglia e la Bretagna.


Grande figura di vescovo e monaco, evangelizzatore della Britannia, esimio rappresentante delle Chiese celtiche del Galles.
Visse nel secolo VI e sarebbe morto nel 601; sebbene sia citato in documenti dei secoli VIII – X, una sua biografia fu scritta solo nel secolo XI da un certo Rhygyfarch, essa risulta molto fantasiosa e ricalca quella di s. Benedetto.
David era figlio di Sant e Nonna e nacque nella valle di Rhos; fu educato ed istruito da s. Iltut e poi da Paolino; venne ordinato sacerdote e si ritirò in un’isola solitaria dove stette per dieci anni, dedito allo studio della Sacra Scrittura.
In seguito abbracciò la vita monastica e prese ad evangelizzare la Britannia, nome latino della Gran Bretagna, abitata ancora da popolazioni celtiche; fondò dodici monasteri, nei quali instaurò una vita comunitaria, austera, densa di studio, lavoro e preghiera.
Scampò ad un tentativo di avvelenamento da parte dei monaci, forse per la troppa austerità (stranamente a quei tempi, si cercava di risolvere così qualche problema di insofferenza, risulta anche qualche altro caso); andò a Gerusalemme, dove fu consacrato vescovo.
Ritornato in patria succedette a s. Dubricio come vescovo di Caerlon, da dove poi si trasferì alla sede di Menevia; fu molto influente sulla vita monastica del Galles, presiedendo a parecchi sinodi, nei quali furono prese delle decisioni disciplinari e teologiche, importanti per le Chiese celtiche.
Anche se è difficile crederci, risulta che David visse 147 anni, il suo sepolcro divenne presto una meta di pellegrinaggi ed a lui furono intestate molte chiese nel Galles, nell’Irlanda e Inghilterra.
Quasi quattro secoli dopo la sua morte, nel 966 il suo corpo fu traslato a Glastonbury; nei calendari celtici ed irlandesi e nel ‘Martirologio Geronimiano’ è celebrato il 1° marzo.
Del monastero e della chiesa, da lui fondati a Menevia, oggi Saint-David, non rimane più nulla; l’unica opera iconografica dove è raffigurato, sono gli affreschi della chiesa di Saint-Divy di Landerneau, nel miracolo operato quando la terra, dove era poggiato per predicare, si sollevò a formare una collina e la colomba dello Spirito Santo venne a posarsi sulla spalla.

Autore: Antonio Borrelli
 


 

È il santo della semplicità. Con il fare le “piccole cose” questo “amico di Dio” ha conquistato il cuore di tante persone. Il suo nome è Davide. Si narra che sia stato partorito su una scogliera, durante una violenta tempesta. Nasce nel VI secolo circa, a Rhos (Gran Bretagna). È un sacerdote che preferisce pregare in solitudine. Per dieci anni si rifugia in un’isola dove si dedica a studiare le Sacre Scritture. In seguito indossa il saio e, assieme ad altri monaci, percorre il Galles, l’Irlanda e la Cornovaglia come predicatore del Vangelo.
Davide, con parole semplici, si fa capire da tutti, istruiti e analfabeti, dal popolo come dai nobili e potenti. Al Signore sono gradite le “cose semplici”, compiute giorno dopo giorno, per dimostrare la fede in Dio, l’amore verso il prossimo e le piccole azioni eseguite, però, con cuore e con gioia, per aiutare chi ha più bisogno. E quante conversioni avvengono grazie al buon Davide! Fonda vari conventi dove impone regole di vita molto severe: i monaci possono bere solo acqua e cibarsi di pane ed erbe, lavorare la terra con le mani senza utilizzare animali, trascorrere le ore serali pregando, leggendo e scrivendo.
Purtroppo, alcuni monaci malvagi tentano di avvelenarlo perché non sopportano le sue regole. Ma il santo si salva e, per ringraziare Dio di essere scampato al mortale pericolo, va a Gerusalemme in pellegrinaggio. Nominato vescovo, Davide torna nel Galles e si mette alla guida della diocesi di Menevia, oggi chiamata in suo onore Saint-David.
Il vescovo compie tanti prodigi. Il miracolo più clamoroso e leggendario avviene quando una grande folla segue la sua predica su una vasta pianura. In lontananza si alzano delle voci: la gente si lamenta di non riuscire a vederlo. Allora, improvvisamente, sotto i piedi di Davide la terra si solleva e diventa una collina. Nello stesso istante una colomba bianca – simbolo dello Spirito Santo – si va a posare sulla spalla del predicatore. Secondo la tradizione Davide si spegne a Menevia, all’incredibile età di 147 anni, intorno al 600. Le sue ultime parole rivolte ai discepoli: «Siate felici, conservate la fede e fate cose semplici». Patrono del Galles, è protettore dei neonati.


Autore:
Mariella Lentini


Fonte:
Mariella Lentini, Santi compagni guida per tutti i giorni

______________________________
Aggiunto/modificato il 2023-01-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità