Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione L > San Litifredo (o Liutfredo) di Pavia Condividi su Facebook Twitter

San Litifredo (o Liutfredo) di Pavia Vescovo

Festa: 8 marzo

874

E' il trentunesimo vescovo di Pavia, e governò la diocesi tra il 864 e 874, la cui presenza è suffragata da una menzione in un’epistola di papa Giovanni VII, datata 8 maggio 878. La tradizione ci tramanda che fu proprio Litifredo a volere la traslazione delle reliquie di Sant’Onorata, sorella di Sant’Epifanio. I suoi resti sono conservati nella cappella del Sacro Cuore del duomo di Pavia e il suo culto fu confermato da papa Leone XIII nel 1888.

Martirologio Romano: A Pavia, san Litifredo, vescovo.


San Litifredo, o Liutfredo, vescovo di Pavia nel IX secolo, è una figura avvolta nella nebbia del tempo. Le informazioni su di lui sono scarne, frammenti di un passato che si fatica a ricostruire. Eppure, la sua memoria è rimasta viva, tramandata nei secoli dalla Chiesa pavese e culminata nel riconoscimento ufficiale del suo culto da parte di Papa Leone XIII nel 1888.

Un decennio di episcopato (864-874)
Dalle poche notizie certe, sappiamo che Litifredo resse la diocesi di Pavia per circa dieci anni, tra l'864 e l'874. Il suo nome compare nella lista dei vescovi pavesi dopo Liutardo e prima di Giovanni II. Un'epistola di Papa Giovanni VIII dell'8 maggio 878 lo menziona come vescovo in carica, offrendo una preziosa conferma della sua presenza in quel periodo.

La traslazione di Sant'Onorata
La tradizione attribuisce a San Litifredo un atto di grande devozione: la traslazione delle reliquie di Sant'Onorata, sorella di Sant'Epifanio. Le spoglie della santa, venerate fin dall'antichità, furono trasferite in un luogo più sicuro e decoroso all'interno della diocesi pavese per volere del vescovo Litifredo. Questo evento, seppur non databile con precisione, testimonia la sua attenzione al culto dei santi e alla cura del patrimonio religioso della sua diocesi.

Culto e memoria
Dopo la sua morte, la memoria di San Litifredo rimase viva nella Chiesa pavese. I suoi resti mortali furono conservati nella cappella del Sacro Cuore del Duomo di Pavia, diventando meta di devozione per i fedeli. La sua fama di santità si diffuse gradualmente, culminando nel 1888 con la conferma ufficiale del suo culto da parte di Papa Leone XIII. La Chiesa cattolica celebra la sua memoria liturgica l'8 marzo.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-01-29

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati