Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione S > San Salomone di Cordova Condividi su Facebook Twitter

San Salomone di Cordova Martire

13 marzo

† 13 marzo 857

Strappata ai Visigoti dagli Arabi nel 771, la città di Cordova raggiunse il suo apogeo culturale nel sec. X, prima di essere "riconquistata" nel 1236 da Ferdinando III di Castiglia. I musulmani non si mostrarono sempre feroci persecutori dei cristiani, cui talvolta si limitavano ad imporre di non testimoniare pubblicamente la loro fede e soprattutto di versare un cospicuo tributo periodico: se ciò provocava lo spirito d'indipendenza e di autonomia della popolazione, i cristiani, soprattutto i più sensibili, non potevano certo tollerare una specie di ibernazione religiosa. Di qui sporadiche reazioni alla dominazione musulmana, che venivano soffocate con altrettanto sporadiche persecuzioni. Appunto di una di queste reazioni furono protagonisti Rodrigo, Salomone ed Eulogio. Quasi nulla sappiamo di Salomone, prima della prigionia che egli dovette subire con Rodrigo e che si concluse col martirio per sgozzamento il 13 marzo 857.

Etimologia: Salomone = pacifico, dall'ebraico

Emblema: Palma

Martirologio Romano: A Córdova nell’Andalusia in Spagna, passione dei santi Ruderico, sacerdote, e Salomone, martiri: il primo, rifiutatosi di credere che Maometto fosse vero profeta inviato dall’Onnipotente, fu gettato in carcere, dove incontrň Salomone, che in precedenza aveva per qualche tempo aderito alla religione maomettana, e insieme portarono gloriosamente a termine la loro prova con la decapitazione.

Ascolta da RadioMaria:   
  

Nella città di Cordova, immersa nella Spagna moresca del IX secolo, fiorì la fede di un uomo di nome Salomone. La sua storia, avvolta nel mistero, ci giunge come un sussurro attraverso i secoli, raccontandoci di un coraggio incrollabile e di una devozione senza pari.
Sappiamo poco del suo passato, se non che la sua esistenza era intrecciata con quella di un altro cristiano, il sacerdote Rodrigo. Entrambi vissero in un'epoca turbolenta, dove la fede cristiana era spesso messa alla prova sotto il dominio musulmano.
Un giorno, il destino li condusse entrambi in prigione. Le circostanze che li portarono a questo punto rimangono oscure, ma la loro fede divenne la luce che illuminava la loro cella buia. Insieme, si fortificarono nella preghiera e si sostennero a vicenda, preparandosi a ciò che li attendeva.
Per Salomone, la prigionia rappresentò un momento di profonda riflessione. In passato, si era avvicinato alla religione maomettana, ma ora, nel confronto con la fede incrollabile di Rodrigo, ritrovò la sua strada verso Cristo.
Dopo un periodo di dura reclusione, entrambi i cristiani furono condannati al martirio. Il 13 marzo 857, la loro fede venne messa alla prova suprema: la decapitazione. Le loro teste caddero sotto la spada del carnefice, ma il loro sacrificio non fu vano.
Il sangue versato da Salomone e Rodrigo divenne seme di nuova vita per la Chiesa di Cordova. La loro testimonianza di fede ispirò altri cristiani a perseverare nella loro devozione, anche di fronte alle persecuzioni.

PREGHIERA
O San Salomone, martire glorioso, che hai testimoniato la tua fede con il sacrificio supremo, intercedi per noi presso Dio.
Aiutaci a vivere la nostra fede con coraggio e perseveranza, anche di fronte alle avversità.
Donaci la forza di resistere alle tentazioni e di rimanere saldi nei nostri principi.
Fa' che il tuo esempio ci inspiri a seguire Cristo con amore e dedizione. Amen.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-02-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati