Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione Gruppi di Martiri > Santi Martiri di Alessandria d’Egitto Condividi su Facebook Twitter

Santi Martiri di Alessandria d’Egitto

Festa: 17 marzo

† 392 circa

La vicenda dei Santi Martiri di Alessandria d'Egitto assume una valenza emblematica, rappresentando una tangibile testimonianza della tenacia e del coraggio dei primi cristiani nel contesto delle persecuzioni. Nel 392 d.C., sotto l'imperatore Teodosio, un gruppo di cristiani venne catturato dai seguaci di Serapide, divinità solare egizia. I cristiani, accusati di sacrilegio e apostasia, furono sottoposti a torture e vessazioni al fine di indurli ad abiurare la loro fede. La loro incrollabile fede di fronte alle avversità si configura come un modello di riferimento per le successive generazioni di cristiani. Inoltre, la loro storia evidenzia l'importanza di Alessandria come centro nevralgico della diffusione del Vangelo nel IV secolo.

Martirologio Romano: Commemorazione di moltissimi santi martiri ad Alessandria d’Egitto, che, al tempo dell’imperatore Teodosio, con il crescere del numero dei cristiani furono catturati dai fedeli di Serapide e, rifiutatisi con fermezza di adorare il loro idolo, furono crudelmente uccisi.


Nel corso della storia cristiana, la città di Alessandria d'Egitto ha acquisito un ruolo di primaria importanza come centro di diffusione del Vangelo e fucina di insigni martiri. Tra questi, un gruppo particolarmente significativo è quello dei Santi Martiri che, nel 392 circa, sotto l'imperatore Teodosio, sacrificarono la propria vita per la fede in Cristo. La loro vicenda, narrata con dovizia di particolari da Eusebio di Cesarea e altri storici ecclesiastici, rappresenta un'eloquente testimonianza della tenacia e del coraggio dei primi cristiani di fronte alle persecuzioni.

Contesto storico
Il IV secolo fu un periodo di grande fermento religioso per l'Impero Romano. La promulgazione dell'Editto di Milano nel 313 da parte di Costantino I aveva sancito la libertà di culto per i cristiani, ponendo fine ad anni di persecuzioni. Tuttavia, la coesistenza tra diverse fedi non era sempre pacifica e, in alcune zone dell'impero, si verificarono recrudescenze di ostilità verso il Cristianesimo.

Il martirio ad Alessandria
Ad Alessandria d'Egitto, città cosmopolita e centro di cultura pagana, la tensione tra cristiani e pagani era particolarmente accesa. Nel 392, sotto l'imperatore Teodosio, un gruppo di cristiani fu catturato dai fedeli di Serapide, il dio egizio del sole. I cristiani, accusati di sacrilegio e apostasia, furono sottoposti a torture e vessazioni per indurli a rinnegare la loro fede. Di fronte alla loro incrollabile fermezza, i pagani li condannarono a morte.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-02-15

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati