Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione M > Santa Giulia Billiart Condividi su Facebook Twitter

Santa Giulia Billiart Vergine, Fondatrice

8 aprile

Cuvilly (Dipartimento Oise, Francia), 12 luglio 1751 - Namur (Belgio), 8 aprile 1816

Nacque il 12 luglio 1751 da una famiglia agiata a Cuvilly (Francia), sedici anni dopo, la miseria colpì la famiglia e Giulia fu costretta a lavorare. A 22 anni, fu colpita dalla paralisi alle gambe e, sotto la guida del suo parroco, si dedicò alle pratiche di pietà e al catechismo dei bambini. Costretta alla fuga, durante la Rivoluzione Francese, perché accusata di nascondere dei sacerdoti, si diresse ad Amiens, dove incontrò padre Varin, superiore dei Padri della Fede, il quale la convinse a fondare un'organizzazione per l'educazione cristiana delle fanciulle. Cominciò nel 1803 la vita in comune con alcune compagne, pronunciando i voti nel 1804, anno in cui avvenne la miracolosa guarigione delle sue gambe. Superiora nel 1805, allargò la sua opera fondando scuole dappertutto in Francia e Belgio, nel 1809 a causa di false calunnie fu costretta a lasciare la sua Casa, ma tutta la Comunità la seguì a Namur in Belgio. Nel frattempo cambiarono il nome in «Suore di Nostra Signora di Namur». E anche in Belgio seppe diffondere le sue fondazioni. Fervente devota al Sacro Cuore ebbe anche il dono di estasi e miracoli, morì a Namur l'8 aprile 1816.

Etimologia: Maria = amata da Dio, dall'egiziano; signora, dall'ebraico

Martirologio Romano: A Namur lungo la Mosa nel Brabante, nellĺodierno Belgio, santa Giulia Billiart, vergine, che fond˛ lĺIstituto di Santa Maria per la formazione della giovent¨ femminile e propag˛ con zelo la devozione verso il Sacratissimo Cuore di Ges¨.


Leggere la vita di santa Giulia, sembra di leggere la vita di altre sante o beate fondatrici anch’esse di Congregazioni religiose, tanto gli episodi salienti sono quasi uguali. Nacque il 12 luglio 1751 da una famiglia agiata a Cuvilly (Francia), sedici anni dopo, la miseria colpì la famiglia e quindi Giulia fu costretta a lavorare anche con lavori manuali pesanti.
A ventidue anni, fu colpita dalla paralisi alle gambe, pur in quelle condizioni, sotto la guida del suo parroco, si dedicò alle pratiche di pietà e all’insegnamento del catechismo ai bambini. Costretta alla fuga, durante la Rivoluzione Francese, perché accusata di nascondere dei sacerdoti restii alle nuove norme civili, si diresse ad Amiens, dove incontrò padre Varin, superiore dei Padri della Fede, il quale la convinse a fondare un’organizzazione dedita all’educazione cristiana delle fanciulle.
Cominciò nel 1803 la vita in comune con alcune compagne, pronunciando i voti nel 1804, anno in cui avvenne la miracolosa guarigione delle sue gambe. Superiora nel 1805, allargò la sua opera fondando scuole dappertutto in Francia e Belgio, nel 1809 il vescovo di Amiens, dando credito a voci calunniose su di lei, ordinò che lasciasse la sua Casa, ma tutta la Comunità la seguì e si istallarono a Namur in Belgio, sotto la protezione del locale vescovo; nel frattempo cambiarono il nome in “Suore di Nostra Signora di Namur”.
Pur essendo d’istruzione limitata, seppe diffondere le sue fondazioni in Belgio, formando anche schiere di maestre. Fervente devota al Sacro Cuore ebbe anche il dono di estasi e miracoli, morì a Namur l’8 aprile 1816. Beatificata da s. Pio X il 13 maggio 1906 e dopo il riconoscimento di due miracoli avvenuti uno in Belgio e l’altro in Brasile è stata canonizzata il 22 giugno 1969 da papa Paolo VI.

Autore: Antonio Borrelli
 


 

La santa festeggiata oggi, per trent’anni vive con le gambe paralizzate, ma non è mai sola. Attorno al suo letto tante fanciulle ascoltano incantate il suo catechismo. Maria Rosa Giulia Billiart nasce in Francia, a Cuvilly, nel 1751, da una numerosa famiglia di sfortunati contadini commercianti. Giulia è una bambina buona, va a scuola, ubbidisce ai genitori. Si alza al mattino presto per iniziare la giornata con un’ora di preghiera. Trova anche il tempo per leggere il Vangelo. Ha solo otto anni e a casa sua insegna il catechismo ai suoi compagni. Com’è brava Giulia a parlare di Gesù, delle parabole e dei miracoli! Una nobile della città le affida la distribuzione, di casa in casa, dell’elemosina. Giulia assolve l’importante compito con gioia: a ogni malato e bisognoso che incontra porta pane e parole buone. La sua famiglia cade in miseria e Giulia non si vergogna di andare a mietere il grano per sopravvivere.
Un giorno, mentre prega, ha la visione di alcune suore e una voce le indica che sarà sua missione guidarle. Purtroppo a ventitré anni si ammala e le sue gambe non si muovono più. Giulia non si perde d’animo. Prega sempre, cuce merletti per i poveri e per mantenersi. Il tempo che le rimane lo dedica alle ragazzine che si siedono attorno al suo letto per apprendere il catechismo.
In quel periodo scoppia la Rivoluzione francese (1789) e i sacerdoti vengono osteggiati. Giulia deve scappare perché accusata di favorirli. Grazie all’aiuto di alcune donne nobili, Giulia viene trasportata ad Amiens (Francia) e qui fonda la sua prima scuola gratuita per fanciulle povere. Inizia con otto orfanelle. Tutto ciò lo realizza una donna paralizzata che a malapena riesce a stare su una sedia.
Ma ecco compiersi il miracolo: dopo trent’anni Giulia si alza e cammina (1804). Le preghiere e il desiderio di “fare” qualcosa per il prossimo, la premiano. Giulia diventa suora ed è più attiva che mai. Si trasferisce a Namur (Belgio) dove fonda la comunità “Suore di Nostra Signora di Namur”. Viaggia tanto e, benché si definisca una “povera contadina”, apre ulteriori scuole in Belgio e Francia che si estendono in Olanda, Germania e in altri Paesi. La “Divina Provvidenza” non abbandona la santa: quando le casse si svuotano per pagare il necessario, queste si riempiono di nuovo. Giulia Billiart muore nel 1816 a Namur dove ancora oggi riposa.


Autore:
Mariella Lentini


Fonte:

Mariella Lentini, Santi compagni guida per tutti i giorni

______________________________
Aggiunto/modificato il 2023-04-06

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità