Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione A > Sant' Anastasio di Brescia Condividi su Facebook Twitter

Sant' Anastasio di Brescia Vescovo

20 maggio

VII sec.

La vita di Anastasio è pressocché ignota: troviamo il suo nome dopo quello di san Paterio nella lista dei vescovi di Brescia, redatta nel IX sec. da Ramperto. La sua elezione sembra sia avvenuta al tempo della morte di Gregorio Magno (604) o poco dopo. Non è molto probabile la notizia data da Marco Massimo, vescovo di Saragozza, secondo cui Anastasio si sarebbe recato a predicare il Vangelo in Africa e in Spagna. Comunque, secondo quanto affermano tutte le leggende locali, Anastasio tornò a Brescia e vi morì verso il 608. Gli è attribuita la fondazione della cattedrale di San Pietro, distrutta poi agli inizi del IX sec. e in seguito riedificata. Il corpo di Anastasio fu sepolto nella chiesa di Santo Stefano in Brescia e poi, nel 1581, fatto traslare da san Carlo Borromeo nella cattedrale di San Pietro, donde nel 1604 fu portato nella cattedrale iemale di Santa Maria, detta la Rotonda.

Martirologio Romano: A Brescia, sant’Anastasio, vescovo.


Secondo la lista dei vescovi di Brescia compilata da Ramperto nel IX secolo, Anastasio salì al soglio episcopale dopo la morte di San Paterio, avvenuta approssimativamente nel 604 d.C. Si presume che la sua elezione sia avvenuta poco dopo questo evento, in un periodo storico segnato dal pontificato di Gregorio Magno.
Una notizia riportata da Marco Massimo, vescovo di Saragozza, narra di un presunto viaggio missionario di Anastasio in Africa e Spagna. Tuttavia, questa ipotesi non trova riscontro in fonti attendibili e viene generalmente considerata poco probabile.
Le leggende locali concordano sul ritorno di Anastasio a Brescia, dove avrebbe trascorso i suoi ultimi anni fino alla morte, avvenuta intorno al 608 d.C. La tradizione gli attribuisce la fondazione della cattedrale di San Pietro, un edificio di grande importanza per la città, distrutto all'inizio del IX secolo e poi ricostruito.
Dopo la morte, il corpo di Sant'Anastasio trovò sepoltura nella chiesa di Santo Stefano a Brescia. Nel 1581, per volere di San Carlo Borromeo, le sue reliquie furono trasferite nella cattedrale di San Pietro. Un ulteriore spostamento avvenne nel 1604, quando furono collocate nella cattedrale invernale di Santa Maria, conosciuta anche come la Rotonda.
La festa di Sant'Anastasio si celebra il 20 maggio.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-04-08

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati