Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione A > Santi Agostino Yi Kwang-hon, Agata Kim Agi e compagni Condividi su Facebook Twitter

Santi Agostino Yi Kwang-hon, Agata Kim Agi e compagni Martiri

Festa: 24 maggio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

1839

Pur provenendo da contesti differenti, sono accomunati dalla tenace fede che li ha condotti al martirio durante le persecuzioni anticattoliche in Corea nel XIX secolo.
Agostino Yi Kwang-hon, nato da nobile famiglia, si distinse per intelligenza e intraprendenza, ma visse una giovinezza dissoluta. La sua conversione al cattolicesimo segnò una radicale trasformazione: divenne un fervente apostolo, sostenendo la comunità nonostante le persecuzioni. Arrestato con la sua famiglia nel 1839, subì torture e decapitazione, offrendo il suo sacrificio per la fede.
Agata Kim A-gi, nata in una famiglia non cristiana, conobbe la fede grazie alla sorella maggiore. Mossa da un profondo desiderio di conoscere il Vangelo, intraprese il catecumenato, affrontando pericoli e difficoltà. Arrestata nel 1836, ricevette il battesimo in carcere, dove testimoniò una forza d'animo straordinaria, incoraggiando i suoi compagni. Condannata a morte, salì al patibolo con serenità, offrendo il suo sacrificio il 24 maggio 1839.
Sono stati beatificati nel 1925 e canonizzati nel 1984.

Martirologio Romano: A Seul in Corea, santi martiri Agostino Yi Kwang-hon, nella cui casa si leggevano le Scritture, Agata Kim A-gi, madre di famiglia, che ricevette il battesimo in carcere, e sette compagni, i quali furono tutti insieme decapitati per la loro fede in Cristo.

Ascolta da RadioRai:   
  


SANT'AGOSTINO YI KWANG-HON

Agostino Yi Kwang-hon, nato nel 1787 a Kwangju, Gyeonggi-do in Corea, è uno dei martiri cattolici coreani più venerati. Proveniente da una nobile famiglia, Yi Kwang-hon si distinse per la sua intelligenza e capacità, ma nella sua giovinezza mancò di moderazione e cadde nella promiscuità. Un incontro fortuito con un devoto cattolico lo portò a conoscere la fede cristiana, che trasformò radicalmente la sua vita. Divenuto un fervente cattolico, Yi Kwang-hon dedicò la sua esistenza alla diffusione della fede e al sostegno della comunità cattolica coreana, nonostante le persecuzioni sempre più severe. Arrestato insieme alla sua famiglia nel 1839, Yi Kwang-hon subì torture brutali e la decapitazione, offrendo il suo sacrificio per la fede in Cristo. Beatificato nel 1925 e canonizzato nel 1984, Yi Kwang-hon è oggi un simbolo di forza, coraggio e fede incrollabile per i cattolici coreani e di tutto il mondo.

Giovinezza e Conversione
Yi Kwang-hon nacque in seno a una nobile famiglia cattolica, ma la sua giovinezza fu segnata da un periodo di traviamento. La sua vita dissoluta cambiò radicalmente quando, all'età di trent'anni, incontrò un cattolico devoto che gli parlò per la prima volta di Cristo e della fede cristiana. Profondamente toccato da questo incontro, Yi Kwang-hon iniziò a studiare gli insegnamenti cristiani e, riconoscendo la verità e la bellezza della fede, decise di convertirsi. Il suo battesimo, avvenuto con il nome di Agostino, segnò l'inizio di una nuova vita, consacrata all'amore per Dio e al servizio del prossimo.

Vita da Cattolico e Persecuzione
Dopo la conversione, Yi Kwang-hon si trasformò in un fervente cattolico. Abbandonò il suo stile di vita precedente e si dedicò alla preghiera, alla contemplazione e all'apostolato. Insieme alla moglie Barbara Kwon Hui, divenuta anche lei cattolica, Yi Kwang-hon aprì la sua casa ai fedeli, trasformandola in un luogo di incontro e di formazione religiosa. La loro dedizione alla fede non passò inosservata e, con l'inasprirsi delle persecuzioni anticattoliche, Yi Kwang-hon e la sua famiglia divennero bersagli delle autorità.

Arresto, Tortura e Martirio
Nel 1839, Yi Kwang-hon e la sua famiglia furono arrestati insieme ad altri cattolici. Sottoposti a interrogatori e torture, Yi Kwang-hon e i suoi familiari dimostrarono una fede incrollabile, rifiutando di rinunciare alla loro religione. Yi Kwang-hon, in particolare, subì torture brutali, ma la sua fede rimase salda. Dopo un processo sommario, Yi Kwang-hon fu condannato a morte. Il 24 maggio 1839, all'età di 53 anni, fu decapitato insieme ad altri otto martiri.

Eredità
Il sacrificio di Sant'Agostino Yi Kwang-hon e della sua famiglia non fu vano. La loro testimonianza di fede ispirò e rafforzò la comunità cattolica coreana, che continuò a crescere nonostante le persecuzioni. Yi Kwang-hon fu beatificato nel 1925 da Papa Pio XI e canonizzato nel 1984 da Papa Giovanni Paolo II. Oggi, Sant'Agostino Yi Kwang-hon è venerato come un modello di fede, coraggio e perseveranza, un esempio luminoso per i cattolici di tutto il mondo.


SANT'AGATA KIM A-GI

Agata Kim A-gi nacque nel 1787 a Seoul, in Corea, in seno a una famiglia che osservava le tradizioni confuciane e non aveva conoscenza del Cristianesimo. Si sposò giovane e condusse una vita tranquilla, ignara delle persecuzioni che stavano per abbattersi sui cattolici coreani.
Nel 1791, un evento scatenò l'ondata di persecuzioni: Paul Yun Chi-ch'ung, un fervente cattolico, bruciò le tavolette degli antenati, gesto considerato un sacrilegio nella società coreana dell'epoca. Da quel momento, i cattolici furono perseguitati con crescente ferocia, costretti a nascondere la propria fede e ad affrontare torture e morte per rimanere fedeli a Cristo.

L'Inizio del Cammino di Fede
Nonostante il clima di terrore, la fede riuscì a penetrare nel cuore di Agata. Fu sua sorella maggiore, già devota cattolica, a introdurla nel mondo del Cristianesimo. Agata rimase profondamente colpita dai racconti della sorella e dal messaggio di amore e salvezza portato da Gesù.
Desiderosa di approfondire la sua conoscenza della fede, Agata intraprese il catecumenato, nonostante le difficoltà e i pericoli. Pur consapevole dei rischi, era determinata a seguire la chiamata di Dio. La sua fede, seppur giovane, era forte e sincera, come testimonia la sua devozione al nome di "Gesù, Maria", che ripeteva con fervore.

Arresto, Carcere e Fortezza della Fede
Nel settembre del 1836, la vita di Agata cambiò radicalmente. Fu arrestata insieme ad altre due donne cattoliche, Maddalena Kim Ob-i e Barbara Han A-gi. In carcere, si unirono ad altri fedeli già imprigionati per la loro fede, tra cui Damiano Nam Myong-hyok, Pietro Kwon Tug-in, Anna Pak A-gi e Agata Yi.
Incarcerate e sottoposte a torture, queste donne e uomini dimostrarono una forza d'animo straordinaria, rifiutando di abiurare la loro fede nonostante le terribili sofferenze. Agata, sebbene non avesse ancora ricevuto il battesimo, condivise con i suoi compagni la stessa incrollabile fermezza.

Il Battesimo e la Forza di una Fede Profonda
Proprio in carcere, Agata ricevette il battesimo, un sacramento che la rese a tutti gli effetti membro della Chiesa cattolica e le conferì la grazia divina per affrontare le prove future. Il battesimo infuse in lei una nuova forza, che la rese capace di sopportare i tormenti con coraggio e serenità.

Condannata a Morte e il Sacrificio Supremo
Dopo un processo sommario, Agata e i suoi compagni di fede furono condannati a morte. Il 24 maggio 1839, salirono sul patibolo con passo fermo e cuore pieno di amore per Cristo. Alle tre del pomeriggio, proprio nell'ora in cui Gesù spirò sulla croce, furono giustiziati.
I loro corpi, come da consuetudine, furono lasciati esposti per tre giorni come monito per chiunque osasse professare la fede cattolica. Ma il loro sacrificio non fu vano. La loro testimonianza eroica accese una fiamma di fede che continuò ad ardere nei cuori di molti, nonostante le persecuzioni.

Riconoscimento e Venerazione come Santa
Agata Kim A-gi, Maddalena Kim Ob-i e Barbara Han A-gi furono beatificate insieme ad altri martiri coreani il 5 luglio 1925. Papa Giovanni Paolo II le proclamò sante il 6 maggio 1984 a Yoido, Seul, durante un'indimenticabile cerimonia.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-04-29

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati