Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione B > Santa Barbara Cui Lianzhi Condividi su Facebook Twitter

Santa Barbara Cui Lianzhi Martire

Festa: 15 giugno

† Cina, 15 giugno 1900

Madre di famiglia morta a causa di crudelissime torture durante le persecuzioni in Cina. Visse una vita semplice, dedicata alla famiglia e alla fede. Quando i cristiani furono perseguitati, lei non ebbe paura di professare la sua religione, diventando un esempio per la sua comunità. Arrestata nel 1900, affrontò torture e processo, ma rimase fedele a Dio. Il 15 giugno 1900 fu martirizzata.

Martirologio Romano: Presso la città di Liushuitao nel territorio di Qianshengzhuang nella provincia dello Hebei in Cina, santa Barbara Cui Lianzhi, martire, che, essendole già stato ucciso il figlio, cercò di notte scampo nella fuga, ma catturata dai nemici dei cristiani morì tra crudelissime torture.


Santa Barbara Cui Lianzhi, una madre di famiglia cinese che, durante le persecuzioni del XX secolo, offrì la sua vita in testimonianza di un amore incrollabile per Cristo.
Nata a Liushuitao, nella provincia dello Hebei in Cina, verso la metà del XIX secolo, Barbara Cui Lianzhi crebbe in un contesto sociale segnato da forti tradizioni e valori familiari. Conosciuta per la sua bontà d'animo e la profonda devozione religiosa, sposò un uomo con cui condivise gioie e dolori, formando una famiglia numerosa e unita. La sua vita scorreva tranquilla, scandita dai ritmi quotidiani del lavoro e della cura dei figli, fino a quando l'ombra della persecuzione non si abbatté sulla comunità cristiana locale.
Gli anni tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX furono un periodo particolarmente buio per i cristiani in Cina. L'ostilità del governo imperiale verso la fede cristiana si tradusse in una serie di persecuzioni che colpirono duramente i fedeli. Barbara Cui Lianzhi, vedendo il pericolo incombente sulla sua famiglia e sulla sua comunità, non esitò a professare pubblicamente la sua fede, diventando un punto di riferimento e di forza per i suoi fratelli cristiani.
Tuttavia, la sua tenacia e il suo coraggio non tardarono ad attirare l'attenzione delle autorità. Nel 1900, durante una feroce ondata di repressione, Barbara fu arrestata insieme ad altri cristiani. Subì un processo sommario e fu condannata a morte. Nonostante le torture inflitte e le pressioni subite per rinnegare la sua fede, Barbara rimase incrollabile, mostrando un'ammirevole forza d'animo e una profonda fiducia in Dio.
Il 15 giugno 1900, Barbara Cui Lianzhi affrontò il martirio con eroica serenità. La sua morte non fu vana: il suo esempio di fede incrollabile servì a rafforzare la comunità cristiana locale e a diffondere il seme del Vangelo anche in un contesto di ostilità e persecuzione.
Nel 2000, Papa Giovanni Paolo II la proclamò Beata e, nel 2022, Papa Francesco l'ha iscritta nel calendario dei Santi, fissando la sua memoria liturgica al 15 giugno.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-05-20

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati