Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati



Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: [email protected]


> Home > Sezione D > San Davide di Salonicco Condividi su Facebook Twitter

San Davide di Salonicco Eremita

Festa: 26 giugno

V sec.

Nato a Salonicco nel V secolo, scelse una vita di solitudine per dedicarsi completamente a Dio. Divenne monaco, poi eremita in una cella minuscola fuori città, dove visse ottant'anni pregando e mangiando solo erbe e pane. Nonostante la sua vita isolata, Davide divenne famoso per la sua santità. La gente lo visitava per chiedere consigli e pregare con lui. Egli li accoglieva con umiltà e li guidava con parole semplici ma profonde. Davide morì intorno al 540 e la sua tomba divenne meta di pellegrinaggio.

Martirologio Romano: A Salonicco in Grecia, san Davide, eremita, che pasṣ circa ottant’anni chiuso in una piccola cella fuori dalle mura della città.


Nato a Salonicco nel V secolo, Davide fin da giovane si distinse per la sua pietà e il suo desiderio di consacrarsi a Dio. Abbracciò la vita monastica nel Monastero dei Santi Teodoro e Mercurio, dove si dedicò con fervore alla preghiera, al digiuno e alle veglie. La sua umiltà e la sua profonda conoscenza delle Scritture lo resero presto una figura di riferimento per i confratelli, che lo elessero abate alla morte del superiore.
Tuttavia, Davide desiderava una vita ancora più austera e solitaria. Con il consenso del nuovo abate, lasciò il monastero e si ritirò in una piccola cella fuori le mura della città, dove visse per circa ottant'anni in completa reclusione. La sua cella era talmente piccola che poteva solo stare in piedi o seduto. Davide si nutriva di erbe selvatiche e di pane portato occasionalmente dai fedeli.
Nonostante la sua vita eremitica, Davide non si isolò dal mondo. La sua fama di santità si diffuse rapidamente e numerosi pellegrini si recavano da lui per chiedere consigli spirituali e pregare insieme a lui. Davide li accoglieva con grande umiltà e li istruiva con parole semplici ma profonde, offrendo loro conforto e guida.
Davide morì nella sua cella intorno al 540. La sua morte fu accompagnata da prodigi e segni celesti, che ne confermarono la santità. Il suo corpo fu sepolto nel Monastero dei Santi Teodoro e Mercurio, dove divenne meta di pellegrinaggio per devoti provenienti da tutto il mondo.
San Davide di Salonicco è venerato come santo dalla Chiesa ortodossa e dalla Chiesa cattolica. La sua festa liturgica si celebra il 26 giugno.


Autore:
Franco Dieghi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2024-05-28

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati